Katy Perry, ‘Se potessi riscriverei I Kissed A Girl per cancellare i cliché sulla bisessualità’

di

Canzone che ha tramutato Katy Perry in popstar globale, I Kissed A Girl non è propriamente invecchiata benissimo.

CONDIVIDI
64 Condivisioni Facebook 64 Twitter Google WhatsApp
9278 0

Sono passati quasi 10 anni dall’uscita di I Kissed a Girl, singolo che fece decollare l’allora sconosciuta Katy Perry.

11 milioni di copie vendute e lo scettro di brano più comprato del 2008, eppure I Kissed a Girl non è propriamente invecchiato benissimo.

Colpa, si fa per dire, di un testo particolarmente ‘datato’, legato a stereotipi sulla bisessualità un tempo accettati ed ora decisamente anacronistici. Ad esserne consapevole la stessa popstar, che ha ammesso dalle pagine di Glamour di volerlo riscrivere, se solo potesse tornare indietro fino al 2007.

“Quella [canzone] è uscita nel 2008, e penso che siamo davvero cambiati, a livello colloquiale, negli ultimi 10 anni“. “Abbiamo fatto molta strada. La bisessualità non era così raccontata, così come alcun tipo di fluidità. Se dovessi riscrivere quella canzone, probabilmente la modificherei. Dal punto di vista del testo, contiene un paio di stereotipi. La tua mente cambia così tanto in 10 anni, tutti noi cresciamo”.

Questo non è quello che fanno le ragazze per bene, non si dovrebbero comportare così“, canta in una strofa la Perry, figlia di due predicatori californiani che da tempo l’hanno praticamente ‘disconosciuta’ a causa della sua vicinanza alla comunità LGBT. La prima volta che ha ascoltato I Kissed a Girl, per esempio, mamma Mary si è detta ‘devastata’, tanto da capire una volta per tutte come sua figlia fosse oramai diretta verso ‘il diavolo’.

 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...