Le Pen padre contro la cerimonia per il poliziotto ucciso a Parigi: “Sono scioccato, è stata un’esaltazione delle nozze gay”

di

"Più che il poliziotto si è omaggiato l'omosessuale".

CONDIVIDI
464 Condivisioni Facebook 464 Twitter Google WhatsApp
21665 6

Parole incredibili quelle di Jean-Marie Le Pen a dieci giorni dal voto presidenziale in Francia: nel suo blog, il fondatore del Front National e padre di Marine Le Pen ha criticato duramente l’omaggio nazionale a Xavier Jugelé, l’agente di polizia ucciso sugli Champs Elysées la settimana scorsa da un terrorista affiliato all’ISIS. 

Sorpreso per la dimensione” della cerimonia, ha detto Le Pen, secondo cui, martedì scorso, nella cerimonia solenne alla Prefettura di polizia, “più che il poliziotto” si è omaggiato “l’omosessuale: la partecipazione del suo compagno e il lungo discorso da lui pronunciato, hanno istituzionalizzato in qualche modo le nozze omosessuali, esaltandolo pubblicamente“.

Dicendosi “scioccato“, il fondatore del Fronte più volte condannato per le sue provocazioni di connotazione xenofoba e razzista ritiene che questa “particolarità familiare debba essere tenuta alla larga da questo tipo di manifestazioni“.

La legalizzazione delle nozze gay è uno dei successi rivendicati dal presidente francese uscente François Hollande.

Leggi   Francia, respinti gli immigrati sieropositivi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...