Madre cattolica si pente di aver discriminato figlio gay: ora è attivista

Carolyn,bloccata fra il marito omofobo e il figlio gay, ha commesso l’errore di perseguire l’idea del suo sposo, discriminando il figlio. Ma non commetterà mai più questo sbaglio!

Non esiste il manuale del genitore perfetto, e anche le madri più amorevoli, se hanno mariti ignoranti o se crescono in ambiente chiuso, di errori ne commettono e anche di gravi.

Carolyn, che aveva cacciato di casa il figlio David perchè gay, spinta dal marito, non fa solo retrofront sulla sua decisione ma è entrata nel LEAD, gruppo LGBT della Chiesa Cattolica di Saint Matthew, pentita di aver discriminato il figlio in maniera cosi oltraggiosa. Carolyn era bloccata fra marito e figlio e, confessa, ha commesso l’errore di perseguire l’idea del suo sposo.

carolyn_madre_cattolica_david_figlio_gay
Carolyn Scheide e suo figlio gay David

La testimonianza di Carolyn è la 6a parte del documentario di Eric Kruszewski su LEAD. La donna, che ha completamente cambiato idea sull’omosessualità, dice:

Non accetto che gli omosessuali siano ritenuti cattivi. Voglio le stesse opportunità per i miei figli gay ed etero nella Chiesa Cattolica.

 

Ti suggeriamo anche  Il prete: 'I Gay sono come zombie infetti'. E i fedeli lasciano la messa
Cultura

Cos’è lo Shudō, l’amore omosex dei Samurai

In Giappone, lo shudō ha un'origine antichissima.

di Alessandro Bovo