Molise Pride, ancora minacce con un cappio: ‘c’è molto spazio nel cassone per i fro*i’

di

Continuano le minacce di stampo omofobo rivolte agli organizzatori del primo storico Molise Pride, che si terrà sabato pomeriggio a Campobasso.

CONDIVIDI
109 Condivisioni Facebook 109 Twitter Google WhatsApp
2319 2

Nuove minacce omofobe sul web nei confronti del primo storico Molise Pride, che si terrà sabato pomeriggio a Campobasso.

Dopo il lanciafiamme di pochi giorni fa, Arcigay Molise ha denunciato un secondo intimidatorio messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della manifestazione. Un cappio, montato su un’apetta, con tanto di bandiera rainbow e inequivocabile messaggio: ‘so che cercate delle Apecar per il Carnevale del 28 luglio. Posso mettere a disposizione la mia, c’è molto spazio nel cassone per i froci’.

Ad inviare la minaccia il solito profilo fake, di tale Alvaro Lucchese, già segnalato alle autorità competenti. “Ogni manifestazione merita rispetto, e soprattutto il Pride, che mai si è mostrato violento ma solo come giornata di festa e contenuti, continuerà a muoversi in tal senso”, sottolineano da Arcigay Molise. “La nostra risposta sarà quella di scendere in piazza, coinvolgendo tutta la popolazione del Molise, a cui facciamo appello, in senso di solidarietà. Appuntamento alle ore 16 in Piazza Vincenzo Cuoco a Campobasso”.

Un Pride che ha visto scendere in campo anche la senatrice Pd Monica Cirinnà, che si è pubblicamente appellata al Governatore della Regione Molise Donato Toma affinché partecipi alla manifestazione, concedendo il patrocinio: “i Pride sono manifestazioni meravigliose, di gioia e di allegria ma soprattutto di orgoglio. Richieste di pari diritti, di pari dignità. Ecco perché è molto importante che anche personaggi delle istituzioni partecipino ai Pride, come è avvenuto in tantissimi Pride d’Italia. Sappia, Governatore, che i Pride sono richieste di diritti e richieste di uguaglianza e che anche lei, come me, e come tutti i pubblici amministratori, siamo sottoposti al rispetto della Costituzione. L’articolo 3 della Costituzione dice che la legge è uguale per tutti e che tutti siamo uguali. E abbiamo pari diritti e pari dignità, quindi anche tutte le persone LGBT, tutte le persone libere, laiche e democratiche del Molise che parteciperanno al Pride devono sapere che la Regione non li discrimina e che la Regione è una Regione attenta ai diritti”.

.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...