Not a Sin: il corto riguardo i giovani senzatetto Lgbt in America

di

Nel commovente video, i giovani ai quali il Papa si è rifiutato di far visita

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4367 0

Un centro  di accoglienza per senzatetto Lgbt ha diffuso un video che mostra le strazianti conseguenze dell’omofobia religiosa, dopo che il Papa ha declinato l’invito a parlare di questa gravissima situazione durante il suo tour negli Stati Uniti.
L’Ali Forney Center di New York, è finito sotto i riflettori della cronaca per una lettera aperta al Papa pubblicata sul New York Times lo scorso aprile, nella quale si invitava il Pontefice a vedere di persona i danni causati dalla dottrina anti-gay cattolica durante il suo tour statunitense.

Il Papa ha recentemente concluso il suo tour di dieci giorni negli States, apparendo più volte a New York, ma come previsto ha evitato l’invito del centro Forney Ali. Tuttavia, l’organizzazione non è rimasta inerte ed  ha pubblicato questo straziante corto dal titolo “Not a Sin” (Non è un peccato).

La clip presenta le storie di una serie di giovani che sono stati scacciati dalle loro famiglie per il loro orientamento sessuale, sulla base della religione.

I giovani LGBT senzatetto sono oltre 200.000 in America. Nel 90% dei casi, vengono allontanati sulla base delle credenze religiose dei loro genitori“.

http://www.aliforneycenter.org/

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...