Protesta contro Dolce e Gabbana davanti allo store di Londra

Associazioni e singoli: tutti a Regent Street contro le parole di D&G sui figli sintetici

Non si placa la protesta dopo l’intervista rilasciata da Dolce e Gabbana a Panorama in cui Domenico Dolce definiva i figli delle coppie gay “sintetici” e “figli della chimica”. A scendere in piazza, con cartelli e slogan, due associazioni tra le più note d’Inghilterra: Out&Proud Diamond Group e The Peter Tatchell Foundation. Nei cartelli si leggono frasi come: “Tutte le persone hanno diritto ad una famiglia”, “Mettete le etichette ai vestiti, non ai bambini”, “Basta all’omofobia di D&G: famiglie diverse, stesso amore” e “L’omofobia di D&G non è fashion”. Gli attivisti si sono ritrovati davanti allo store della casa di moda, a Regent Street. Ecco il video realizzato da GayStarNews.

Ti suggeriamo anche  Un branco di 15 minorenni ha attaccato tre uomini dopo il Pride di Bruxelles