Puglia: in un panificio omofobo la pizza col salame è chiamata “dei froci”

“È un termine offensivo sì, ma non è un’offesa rivolta a loro. Era per dargli un nome diverso”.

Conversano, Puglia: il Corriere della Sera ha pubblicato un video girato da Telenorba in un panificio locale che fa rabbrividire.

Tra le pizze realizzate all’interno del negozio c’è la “pizza dei froci”, con salame. La titolare afferma: “Senza offesa eh!”, tra le risatine ambigue. “La nostra idea è che avendo anche i salumi, ci venne di chiamarla così. È un termine offensivo sì, ma non è un’offesa rivolta a loro. Era per dargli un nome diverso. È da quando abbiamo aperto, 17 anni fa, che esiste“, conclude. E a chi sarebbe rivolta, cara panettiera, questa offesa se non esclusivamente a noi?

Molti clienti che ce la chiedono, lo fanno scherzando col termine. Sinceramente attira l’attenzione, infatti ce la chiedono molto spesso“. Agghiacciante immaginare i clienti che entrano nel negozio e la scelgono, tra le risate generali: ma ancora più agghiacciante immaginare un omosessuale che entra per comprare qualcosa e si vede offeso dal nome di una pizza in menù.

Ti suggeriamo anche  I Vigili del Fuoco: "Chiediamo al corpo di partecipare ufficialmente al Roma Pride"