Sam Smith vince l’Oscar e lo dedica alla comunità LGBT

Ha battuto la favorita “Til It Happens to You” di Lady Gaga e Diane Warren.

Nonostante ci fosse una concorrenza agguerritissima (in primis Lady Gaga), è stato Sam Smith a portatarsi a casa l’Oscar per Best Original Song con la sua “Writing’s On The Wall“, tratto dalla colonna sonora di 007: Spectre, che aveva già vinto il Golden Globe per la stessa categoria!

oscars_2016_sam_smith

Il ragazzo ha all’attivo un solo album, “In The Lonely Hour” (oltre 7 milioni di copie vendute), ma ha già ottenuto grandi riconoscimenti nella sua breve carriera e questo premio è sicuramente il più prestigioso. Nel discorso di ringraziamento, Sam Smith, decisamente dimagrito e con una barba “nuova di zecca”, ne approfitta per dichiarare quanto sia felice del premio ricevuto e dice che, probabilmente, è il primo artista apertamente gay a vincere un Oscar, quindi dedica la statuetta alla comunità LGBT:

Sto qui di fronte a voi, stasera, come un uomo gay fiero di sè e spero tanto che un giorno potremmo stare tutti quanti assieme, nello stesso modo, ma con uguali diritti. Grazie mille!

oscars_2016_sam_smith_vince_best_original_song

Sam ha poi ringraziato gli altri colleghi nominati e si è complimentato con Lady Gaga per la sua favolosa performance.

Qui sotto la canzone vincitrice dell’Oscar, “Writing’s On the Wall“.

Ti suggeriamo anche  Sneakers, le più desiderate dell'estate

Qui l’esibizione live di Writing’s On the Wall di Sam Smith agli Oscars 2016

LEGGI ANCHE LO SPECIAL SUGLI OSCARS 2016

@GingerPresident