Si picchiano e il preside li punisce: 15 minuti per la mano

Due studenti americani sono stati messi di fronte alla scelta: essere sospesi o tenersi per mano davanti a tutti nel cortile? E i compagni gridano: “Siete gay?”

Essere sospesi o tenersi per mano per 15 minuti nel cortile della scuola. È stata questa la scelta davanti a cui il preside di una scuola dell’Arizona ha messo due studenti per punirli di una rissa. A finire nei guai, però, è stato lo stesso dirigente, colpevole, dicono i quotidiani di aver promosso un comportamento di tipo omofobo. I compagni, infatti, hanno passato il tempo a prenderli in giro chiedendo loro se fossero gay e fotografandoli per pubblicare le immagini e i video sui social network. D’altra parte, i due "colpevoli" hanno passato quei 15 minuti infernali coprendosi il volto per la vergogna.

Storie

Ricongiungimento familiare negato a coppia gay: cittadini di serie B anche ai tempi del Covid 19

Lontani da 3 mesi, a 2100 km di distanza, perché lo Stato non riconosce una coppia gay come famiglia che può riunirsi.

di Alessandro Bovo