Trieste Pride 2019, Fabio Tuiach annuncia preghiera di riparazione

Espulso dalla Lega, passato a Forza Nuova e ora al Gruppo Misto, il consigliere Fabio Tuiach è tornato ad attaccare l’imminente Pride di Trieste, da lui definito “scandalo pubblico”.

A pochi giorni dal Fvg Pride di Trieste, che si terrà sabato pomeriggio, arriva l’ennesima provocazione di Fabio Tuiach, ex consigliere comunale leghista poi passato a Forza Nuova e ora al Gruppo Misto.

Tuiach, che aveva già chiesto a gran voce lo spostamento della manifestazione in un ‘luogo isolato’, ha ora annunciato un rosario di riparazione contro il Pride triestino.

La risposta cattolica allo scandalo pubblico è la preghiera pubblica. Alle 16 e 15 dell’8 giugno presso la chiesa della Beata Vergine del Rosario il parroco don Stefano Canonico guiderà un S. Rosario per la famiglia naturale. Siamo tutti invitati a partecipare oranti. Tra poco in consiglio comunale chiederò agli altri consiglieri della maggioranza di unirsi in preghiera perché in democrazia almeno non ci può essere proibito di pregare spero!

Nulla di nuovo, purtroppo, perché il consigliere estremista aveva già presentato a fine gennaio una mozione urgente contro il Pride, “manifestazione dove delle persone ostentano la propria sessualità. Senza preoccuparsi dei minori che potrebbero assistere involontariamente ad atti osceni in luogo pubblico”. Evidentemente il flop della processione di riparazione di Modena, con appena 300 persone presente contro le 20.000 scese festanti in strada per il primo Pride della città, non ha portato buoni consigli.

Ti suggeriamo anche  Perugia Pride sabato 30 giugno - per la prima volta si sfilerà per le strade della città