Trump autorizzerà i medici a discriminare i pazienti LGBT

Il presidente americano reintrodurrà questa settimana alcune norme sull’obiezione di coscienza abrogate da Obama: a rischio diversi trattamenti medici.

Donald Trump si prepara a rafforzare l’obiezione di coscienza per i medici americani: a rischio discriminazione i pazienti LGBT.

Nuova mossa del presidente Trump contro la comunità LGBT: la Casa Bianca è pronta a reintrodurre alcune norme per tutelare la libertà religiosa dei medici nelle strutture sanitarie. Si tratta di provvedimenti già varati più di un decennio fa da George W. Bush e poi in parte abrogati da Barack Obama.

L’amministrazione Trump intende creare una nuova divisione all’interno dell’Health and Human Services Civil Rights Office che punirà le strutture mediche che non consentiranno al proprio personale di fare obiezione di coscienza sulla base di principi religiosi. Ad essere colpiti saranno soprattutto l’accesso all’aborto e alle cure di transizione per le persone transgender, oltre che i prodotti per la contraccezione e l’erogazione delle cure per l’Hiv.

Per le associazioni LGBT e dei diritti civili in America si tratta di misure che potrebbero anche portare rischi per la vita dei pazienti e hanno già annunciato che faranno causa al governo.

Ti suggeriamo anche  Messico, multa di 10.000 dollari per cori omofobi dei propri tifosi
Storie

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza

L’edizione 2020 di Milano Pride sarà contraddistinta da un programma di eventi virtuale che contribuirà attivamente alla ripresa della città con un’attività di fundraising.

di Federico Boni