Berlino: il gay Wowereit confermato sindaco

E’ ufficiale la nomina a sindaco della capitale tedesca di Wowereit, dopo la vittoria della sua coalizione alle elezioni di domenica: è il secondo sindaco gay di una capitale europea dopo Delanoe.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Gli elettori di Berlino hanno dato un’improvviso rilancio agli ex-comunisti della Germania dell’Est, premiando la loro opposizione agli attacchi americani in Afghanistan e il fatto che abbiano sostenuto un sindaco gay.

Condotti da Klaus Wowereit, il primo sindaco apertamente gay di una grande città tedesca, i Social-Democratici hanno vinto con il 29,7% delle preferenze nelle elezioni cittadine tenutesi domenica, diventando la formazione più forte di Berlino. Wowereit, in carica già da giugno, è stato ora riconfermato per un periodo di cinque anni.

Ma la vittoria del partito del Cancelliere Gerhard Schoereder non è priva di grattacapi, ora che Wowereit deve fare i conti con gli ex-comunisti del Partito del Socialismo Democratico che non è stato al potere a Berlino dalla riunificazione della Germania avvenuta nel 1990.

Mentre Schroeder ha fedelmente sostenuto la guerra americana al terrorismo, infatti, i comunisti riformati si sono opposti agli attacchi in Afghanistan. I commentatori e i leader degli altri partiti sono certi che questa posizione ha portato loro parecchie preferenze nelle elezioni.

di Gay.com UK

Ti suggeriamo anche  Pianificava attentato in un locale gay, arrestato 17enne
Gossip

Francesca Pascale e Paola Turci, bacio in barca: le foto di OGGI

Il settimanale parla esplicitamente di 'amore' tra l'ex di Silvio Berlusconi e la cantante.

di Federico Boni