Berlusconi: “Meglio occuparci di trasporti che di gay”

Frattini, futuro ministro degli Esteri, dovrà lasciare il commisariato UE alla Giustizia. All’Italia toccherà un commissario ai Trasporti. E Berlusconi, nei suoi commenti, non si smentisce mai.

«Meglio occuparci di infrastrutture e trasporti che di omosessualità». Lo ha detto Silvio Berlusconi, premier designato, intervenendo a Tg56, in onda alle 19.30 su TeleRoma56. Il leader del Pdl si riferisce all’intenzione di Jose Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, di affidare all’Italia un commissario ai Trasporti invece che alla Giustizia, dove attualmente lavorava Franco Frattini.

«Penso lo scambio sia molto conveniente – ha precisato Berlusconi – visto che abbiamo da riprendere un grande piano di opere pubbliche». Il successore di Frattini, ha infine detto Berlusconi, sarà sempre un uomo di centrodestra.

"Veronica fermalo". L’Unita’, dalla prima pagina, si rivolge alla moglie del premier in pectore con quella che appare come una supplica. Il quotidiano fondato da Antonio Gramsci individua nella consorte del Cavaliere l’unica che puo’ fermarlo.

 

Ti suggeriamo anche  Addio a Franco Zeffirelli, aveva 96 anni
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni