Ciao Giulio, la community ricorda Giulio Maria Corbelli

"Giulio, noi persone della community Hiv italiana, promettiamo che porteremo avanti i tuoi progetti, le nostre battaglie."

ascolta:
0:00
-
0:00
giulio maria corbelli gay it attivista lgbtqia+ hiv+ U=U prep
giulio maria corbelli gay it attivista lgbtqia+ hiv+ U=U prep
2 min. di lettura

Si è svolta questa mattina alle 11 presso il tempio egizio del Verano a Roma la cerimonia di addio al compianto Giulio Maria Corbelli, attivista LGBTQIA+, da tempo impegnato nella divulgazione informativa relativa alla battaglia contro l’hiv e contro lo stigma verso le persone hiv+.

Di seguito il ricordo del nostro collaboratore Daniele Calzavara, attivista di Milano Check Point, amico e fiero discepolo di Giulio.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Asa Onlus (@asamilano)

 

Domenica 6 novembre 2022 ci ha lasciati Giulio Maria Corbelli, dopo due durissimi anni di malattia, vissuti con estrema forza, nella volontà di non perdere nemmeno un attimo di vita vissuta: attivismo, lavoro e affetti.

Giulio era uno dei più grandi attivisti italiani in ambito HIV e salute sessuale. Si può dire che Giulio era il Larry Kramer degli attivisti italiani.

Laureato in ingegneria, per molti anni si occupò di giornalismo e mondo LGBTQ+. Dopo la diagnosi di hiv e la perdita di persone vicine per cause Aids-correlate, negli anni 2000 Giulio ha cominciato a fare attivismo ed advocacy nell’ambito dell’hiv, sia nel panorama italiano che in quello europeo.

Era quel tipo di attivista che, nel fare advocacy, attingeva a una grande preparazione scientifica, per dibattere ad armi pari con gli altri interlocutori: comunità scientifica e mondo della ricerca farmaceutica.

Come ACT UP ci ha insegnato: conoscenza è contrattazione, conoscenza è potere.

Estremamente orgoglioso di essere un maschio gay, che faceva sesso con altri maschi, Giulio rivendicava di essere una persona che vive con Hiv.

Mi ha sempre impressionato quel modo fiero di rappresentarsi e rendersi visibile, fatto di libertà. Un uomo pubblicamente Hiv positivo che rivendicava di godere della propria sessualità e di essere un utilizzatore di chemsex.

Nessun escamotage, nessuna ipocrisia. Solo un grande bisogno di lottare, nudo, come volto, come storia visibile, anche per tutte quelle persone che vivono l’Hiv nell’invisibilità e nella paura.

Insieme all’amico Sandro Mattioli ha fondato Plus APS, la prima associazione italiana di persone LGBT+ HIV positive.

Da qualche anno era impegnato nel progetto “Roma Plus Checkpoint”, il primo centro community-based per la salute sessuale romano. Grazie al suo impegno, insieme ai volontari e amici di Plus Roma, ha reso possibile l’apertura di un check-point anche nella capitale.

Giulio era davvero una persona disponibile. Difficilmente nel panorama degli attivisti italiani ho trovato qualcuno così pronto al confronto, a organizzare meeting e a lavorare duramente per la costruzione di progetti. E a fare da spalla a chi aveva bisogno d’aiuto. Giulio era tutto questo, e molto di più.

In questi giorni tristi, Giulio lascia un grande vuoto. Ma tutto il lavoro di Giulio per un mondo migliore non verrà perso.

Giulio, noi, persone della community Hiv italiana, promettiamo che porteremo avanti i tuoi progetti, le nostre battaglie. Fieri di aver fatto un pezzo di strada con te. D’ora in avanti, anche per te.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

mit

Il MIT ha bisogno d’aiuto: partecipa alla raccolta fondi

News - Redazione Milano 19.10.23
PrEP Camp Roma

Ma ne sai abbastanza sulla PrEP? A Roma il primo residenziale gratuito: iscriviti!

Corpi - Redazione 6.9.23
judith butler

Distruggere i generi: breve storia di Judith Butler

Culture - Federico Colombo 20.10.23
libri hiv stigma Rebecca Makka Hervé Guibért Giulia Scomazzon Elena Di Cioccio

Oltre lo stigma Hiv: libri, narrazioni e discorsi

Culture - Federico Colombo 30.11.23
Positive+1, l'app di dating per persone sieropositive - Positive1 - Gay.it

Positive+1, l’app di dating per persone sieropositive

Corpi - Federico Boni 12.1.24
Judith_Butler_al_CCCB_2018

Cosa ha detto Judith Butler a Bari nella sua lectio magistralis

Culture - Redazione Milano 23.10.23
prepcamp viiv healthcare

PrEP oltre gli stereotipi, ecco “come mi ha migliorato la vita”: le storie vere di Claudia, Marcello, Carlotta e Lorenzo – VIDEO

Corpi - Daniele Calzavara 20.11.23
10 persone famose che convivono con l'HIV - 10 persone famose che convivono con lHIV - Gay.it

10 persone famose che convivono con l’HIV

Guide - Federico Boni 29.11.23