Ciarrapico: “Fuori dal matrimonio etero, solo ciarpame”

L’editore ciociaro dichiara la sua fedeltà totale alla dottrina di Benedetto XVI e al suo rigore. Soprattutto riguardo alla famiglia che può essere solo quella nata dal matrimonio tra uomo e donna.

"Sono cattolico, apostolico e romano. Per me il Papa ha sempre ragione, ma apprezzo particolarmente Benedetto XVI. Ero in Piazza San Pietro per esprimergli solidarietà dopo lo ‘schiaffo’ della Sapienza e ogni giorno aumenta la mia stima nei suoi confronti". Lo ha dichiarato Giuseppe Ciarrapico, il tanto chiacchierato editore ciociaro, pluri-inquisito e condannato in Cassazione a tre anni di reclusione, candidato nelle fila del Pdl di Berlusconi, in un’intervista a Petrus, il ‘quotidiano online sul pontificato di Benedetto XVI’.

Nella stessa intervista Ciarrapico ha dichiarato che del Papa apprezza particolarmente il rigore dottrinale  per l’importanza che da alla famiglia. "La famiglia è una sola- dichiara fermamente Ciarrapico- quella fondata sul matrimonio tra un uomo ed una donna, il resto è ciarpame da non prendere neanche in considerazione". E non ha risparmiato apprezzamenti neanche ai cattolici progressisti, definendoli "il vero e grande cancro della Chiesa".

Ti suggeriamo anche  30 anni fa si celebrava la prima unione gay della Storia
Attualità

Prima casa insieme dopo aver finto per 13 anni di essere cugini, la gioia del regista indiano e del fidanzato

Per non suscitare clamore tra i vicini e non avere problemi con l'affitto, Apurva Asrani e Siddhant Pilla hanno finto di essere cugini per 13 anni. Ora, finalmente, possono presentarsi a tutti come fidanzati.

di Federico Boni