16ENNE ACCUSATO DI PEDOFILIA

L’odissea di un adolescente: naviga in una chat dove si nascondono pedofili, la polizia gli piomba in casa. La jena lo rassicura: "E’ stato un caso". Ma si lancia contro la caccia alle streghe.

Salve Jena,

ti scrivo per rakkontarti la mia sfigatissima storia: sono un ragazzo di neanche 16 anni (gay) che ha vissuto gli ultimi tre mesi della propria inutile esistenza in modo orrendo. Tutto è cominciato per essermi collegato alla stanza di una chat denominata "Scambio foto di…", la quale nascondeva, a mia insaputa, un covo di schifosissimi pedofili. Una volta accortomi che all’interno della stanza si trattava lo scambio di foto di ragazze minorenni preadolescenti la chiusi in quanto non interessato all’argomento (dato che fortunatamente sono gay e NON pedofilo!!!). Dopo un pò ricevetti la chiamata di un utente della chat (C6, gestita da TIN.IT) e non sapendo da dove provenisse (se dall’interno della stanza o da fuori) cominciai a conversare con costui che mi invitava ad uno scambio di foto e io (che SONO troppo IDIOTA), pensando che alludesse a foto personali, gli invio la mia e ricevo in cambio una foto contenente delle ragazze minorenni!

Così comincia il mio incubo… il 16 gennaio mi piombano in casa i poliziotti alle 6 di mattina e davanti ai miei genitori dicono che è in corso un accusa di pedofilia contro me e la mia famiglia! Da non credere! Oltre a gay e pieno di problemi ora devo rispondere delle accuse di PEDOFILIA! Da pazzi! E pensa che sono stato nello stesso tribunale dove hanno processato Erika e Omar! Ora i miei spendono milioni per il mio avvocato e la mia vita è stata distrutta! Rispondimi ti prego… un saluto.

by Charmed.

Carissimo Charmed, inizio la risposta alla tua lettera con un rimprovero:

Che cosa vuol dire "la mia inutile esistenza"!? non sopporto queste affermazioni drammatiche!! Hai solo sedici anni e ancora tutto il tempo per fare delle cazzate e poter definire la tua vita inutile! dai tempo al tempo!! Certo, se dovessi esprimere un giudizio solo in base al motivo della tua lettera direi che la tua rabbia la comprendo…ma credimi, la situazione è risolvibile…con calma e pazienza, ma è meno drammatica di quello che ti può sembrare.

Effettivamente il tipo di pasticcio in cui ti sei trovato tu (tuo malgrado) non è inconsueto. Purtroppo, l’aver sfiorato, anche solo per sbaglio, siti pedofili oggi come oggi costituisce elemento per far scattare indagini, che poi alla fine si rivelano inutili come mi è stato detto da persone che se ne occupano! Questo è un segno assai negativo dei tempi (abbastanza oscuri…) che stiamo vivendo. Va da se che questi siti bisogna chiuderli (non siamo certo qui a fare propaganda!) ma bisogna saper colpire nel segno e non a casaccio tanto per dare un contentino all’opinione pubblica, così felice di "partecipare" alla caccia alle streghe incondizionate. I media poi! ci sguazzano nel torbido, nello squallido. Guarda cosa sta succedendo con il caso di Cogne: trasmissioni su trasmissioni, dirette su dirette! Bruno Vespa che tra un pò comprerà casa in Val d’Aosta!! Per non parlare poi dei messaggi negativi, sbagliati che vengono lanciati da questi programmi!!! Quanto mi fa incazzare ancora oggi sentir parlare di pedofilia abbinata all’omosessualità!!!!!! Come se le due cose fossero conseguenti!! Quanta ignoranza!! e nessuno, dico nessuno che fa niente affinché questa banda d’ignoranti (orrendi politici che sfruttano l’occasione per fare propaganda antigay, giornalisti incapaci, ecc ecc) venga fermata, affinché questo enorme gruppo di bestie si renda conto del gravissimo danno che continua ad arrecare alla comunità!!!! Scusa lo sfogo, Charmed, ma quando parlo di queste cose mi va il sangue al cervello!!

Ma torniamo al tuo problema. Se le cose stanno come tu mi dici, credo si possa essere relativamente ottimisti. Spero che i tuoi si siano rivolti ad un avvocato che oltre ad essere carissimo sia anche bravo. Ci sono tanti avvocati oggi specializzati in queste cose. Sicuramente, con l’ausilio di un tecnico, potrà dimostrare che il tuo contatto con il sito pedofilo è stato casuale e non voluto e quindi tutto quanto alla fine (ma calcola che ci vorrà molto tempo!) si sgonfierà e la tua posizione verrà archiviata.

Nessuno, invece, purtroppo per te, ti risarcirà dei danni morali e materiali che hai subito, ma questa è un’altra storia. L’importante, amico mio, è che adesso tu stia tranquillo, che non ti faccia prendere dal panico. Lo so, è facile parlare quando si è solamente spettatori di una storia come la tua, ma credimi tutto si aggiusterà. Ti aiuterà a crescere (un pò troppo in fretta per la verità!) diciamo così va…. comunque sappi che io, per quanto possa essere utile, ti sono vicino. Scrivimi ancora, fammi sapere come stanno andando le cose, ok?

Un abbraccio forte forte, e tieni duro!!

Fabio

di Fabio Canino

Ti suggeriamo anche  Sanremo 2018: le pagelle marziane di Fabio Canino!