Bohemian Rhapsody, Rami Malek assicura: ‘omosessualità di Freddie Mercury e AIDS al centro della storia’

di

In sala dal 29 novembre, Bohemian Rhapsody non ha censurato nulla della vita di Freddie Mercury. Parola di Rami Malek, negli abiti del leggendario cantante.

CONDIVIDI
210 Condivisioni Facebook 210 Twitter Google WhatsApp
2744 3

Arriverà nelle sale d’Italia a fine novembre ‘Bohemian Rhapsody’, atteso biopic sui Queen e sul leggendario Freddie Mercury, deceduto nel 1991 causa AIDS.

Ad indossarne baffi e abiti il talentuoso Rami Malek, esploso in tv grazie a Mr. Robot, protagonista dell’ultimo numero di Attitude. L’attore, 37 anni all’anagrafe, ha confermato come l’omosessualità di Freddie e la sua battaglia contro l’AIDS saranno al centro del film diretto da Bryan Singer, asfaltanto le polemiche nate dopo la diffusione del primo trailer. In tanti, dopo aver visto le prime immagini ufficiali della pellicola, parlarono di una rilettura edulcorata della vita di Freddie, riscritta quasi in chiave eterosessuale. Non sarà così, a detta di Malek.

La sessualità di Mercury e la morte prematura per colpa dell’AIDS saranno centrali. E ‘un vero peccato che così tante persone hanno speculato dopo un teaser di un minuto in cui si voleva solo dare importanza alla musica”. “Lasciatemi dire che non credo che il film eviti i discorsi sulla sua sessualità o sulla malattia che tutto consuma, che è ovviamente l’AIDS. Non so come si potrebbe evitare di parlarne, o se qualcuno abbia mai voluto farlo. E ‘un po’ assurdo che in tanti abbiano giudicato un film da un minuto di trailer. Il film doveva avvicinarsi in modo delicato all’esistenza di Mercury. Non si poteva evitare. È un momento importante nel film, uno di quei momenti tristi che danno però forza. Un momento che mostra quanto ci affidiamo alla forza dei nostri amici e della famiglia per superare momenti difficili. L’AIDS è ancora oggi una terribile minaccia per molte persone in tutto il mondo. Esiste, è reale e credo che sarebbe stato un peccato non affrontarlo“.

Al fianco di Malek trovano spazio Lucy Boynton – nel ruolo di Mary Austin “l’amore della vita” di Freddy – Gwylim Lee, Joseph Mazzello e Ben Hardy, con cui ricomporrà lo storico gruppo rock. In sala dal 29 novembre, Bohemian Rhapsody si presenta come un racconto realistico ed elettrizzante degli anni precedenti alla leggendaria apparizione dei Queen al concerto Live Aid, nel luglio del 1985.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...