Cinema, la denuncia di Glaad: “Pochissimi ruoli LGBT a Hollywood”

Di 25 film lanciati da giugno a settembre, solo in 2 c’erano personaggi LGBT.

Neanche un ruolo LGBT nei film dell’estate in corso: la denuncia arriva direttamente da Glaad.

L’associazione no profit americana Glaad (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) ha denunciato nelle scorse ore, con il suo annuale (ormai il quinto) report, la quasi totale assenza di personaggi LGBT nel cinema mainstream americano dell’ultimo periodo. Tra i 25 film lanciati da giugno a settembre, infatti, solo in due erano presenti personaggi appartenenti alla comunità LGBT.

Come se non bastasse, sottolinea Glaad, i personaggi LGBT interpretano spesso comparse o ruoli comunque poco significativi, se non macchiette create a tavolino per suscitare ilarità.

Nota di merito per Rough Night di Lucia Aiello, che racconta di un fine settimana tra amiche a Miami per festeggiare l’imminente matrimonio di Jess (interpretata da Scarlett Johansson). 4 i personaggi LGBT in totale, di cui due (Frankie e Blair) sono personaggi principali del film.

Ti suggeriamo anche  Netflix e le serie tv: mai così tanti personaggi LGBT in 21 anni di rilevazioni

2 commenti su “Cinema, la denuncia di Glaad: “Pochissimi ruoli LGBT a Hollywood”

  1. Non capisco sul serio questo tipo di denuncia. Un autore non deve mettere per forza un personaggio lgbt nelle sue storie, d’altronde non è una cosa riconoscibile a vista d’occhio.

  2. Sono d’accordo con lo psicofarmaco qui sotto se un autore scrive un testo interessante ciò non dipende dalla presenza di personaggi gay o etero e bisex o pansex o altro. Per decine di anni abbiamo dovuto sorbirci le ca…te pazzesche che secondo la critica marxista erano arte solo perché parlavano del popolo lavoratore e ora dovrebbe essere arte secondo “arcicriticagay” solo ciò che parla di omosessuali?

Lascia un commento