Gay e sport, cade l’ultimo tabù al ToGay

Torna il Togay dal 19 al 25 aprile con un focus dedicato allo sport, “L’ultimo tabù” curato dal giornalista di La7 Paolo Colombo, e uno agli adolescenti,”Forever Young”. L’immagine è di Santo Alligo.

Al 27esimo Torino GLBT Film Festival "Da Sodoma a Hollywood", in programma dal 19 al 25 aprile, lo sport sarà uno dei protagonisti.

Uno dei focus si intitola infatti "L’ultimo tabù" ed è curato da Paolo Colombo, giornalista di La7, conduttore della trasmissione "Victory", nonché allenatore della squadra di calcio milanese dei Kingkickers. A Chiambretti Night aveva dichiarato di essere a conoscenza della presenza di giocatori omosessuali in molte formazioni di serie A.

La sezione "Forever Young", che prende il nome da una celebre canzone degli Alphaville, sarà dedicata a giovani registi che indagano il tema dell’identità sessuale esplorando il mondo adolescenziale.

L’immagine di quest’anno è una creazione dello scultore, grafico, illustratore e art director Santo Alligo, una delle anime dello studio Armando Testa dove creò l’indimenticabile ippopotamo Pippo per una celebre marca di pannolini.

Il comitato di selezione del festival è composto da Fabio Bo (coordinatore artistico), Angelo Acerbi, Alessandro Golinelli e Silvia Novelli. I consulenti sono Christos Acrivulis, Flavio Armone, Nancy K. Fishman e Simone Morandi.

Il Togay è diretto da Giovanni Minerba e dal 2005 è amministrato dal Museo Nazionale del Cinema con il sostegno degli Assessorati alla Cultura della Provincia e della Città di Torino e con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Fondazione CRT.

Ti suggeriamo anche  Torino, divieto al bus omofobo - ma i promotori sfidano il Comune