Lady Gaga, ‘non sarei dove sono senza i miei fan omosessuali’

di

Lady Gaga sogna l'Oscar grazie al film A Star is Born, ma nell'attesa ringrazia la comunità LGBT che l'ha sempre difesa e amata.

CONDIVIDI
455 Condivisioni Facebook 455 Twitter Google WhatsApp
1695 0

Acclamata dalla folla alla Mostra del Cinema di Venezia, dove ha presentato fuori Concorso A Star is Born, Lady Gaga punta con forza agli Oscar grazie a questa prima vera prova d’attrice cinematografica.

Salutato il Lido per volare al Toronto International Film Festival, la popstar è tornata a ringraziare la comunità LGBT, che da subito, 10 anni or sono, l’accolse tra le proprie fila, tramutandola in icona.

“Non sarei qui senza la comunità gay, quello che mi hanno insegnato sull’amore, l’accettazione e il coraggio. A volte ci scherzo, ma dietro ogni icona femminile c’è un uomo gay.”

Gaga ha ricevuto ottime critiche per la sua Ally, ruolo precedentemente interpretato da Barbra Streisand nel 1976 e da Judy Garland nel 1937. La cantante ha messo mano anche alla ricca colonna sonora, che potrebbe farla decollare sia in casa Academy che ai Grammy. Che sia nata o meno un’attrice, la 32enne Stefani Joanne Angelina Germanotta è pronta a stupire il mondo anche sul grande schermo. A Star is Born uscirà in sala l’11 ottobre.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...