MA DOVE SONO TUTTI ‘STI GAY?

di

Un lettore disperato scrive dalla provincia: "Se è vero che in Italia ce ne sono 5 milioni, perché ne conosco solo 6?". E la Jena: "Scusa, ma tu...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1019 0

Cara Iena,
generalizzando un po’, voi di gay.it, dite che ci sono 5 milioni di italiani gay… Ma perché allora devo essere l’unico scemo a conoscerne solo 6 o 7 e poi tutti con il terrore di ammettere che lo sono?? Diciamo si che sono vincolato dal fatto di non essere dichiarato (e quindi la libertà di movimento e di parola), ma come fa una persona del centro marche, senza spostarsi di tanto, a trovare un locale o solo una persona gay con cui si possa parlare tranquillamente senza la necessità di nascondere i sentimenti e di essere preso per i fondelli??? Mi sento assai solo ….(la chat non soddisfa mica tanto!! 🙂 )
Grazie di avermi dato la possibilità di scriverti
marchigiano

Carissimo marchigiano, “noi di gay.it” riportiamo i dati pubblicati dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ovvero: la popolazione omosessuale è stimata intorno al 5 – 7 % del totale della popolazione mondiale (che paura!). Quindi se in Italia siamo 70 milioni, i conti tornano. Quello che non torna invece è il calcolo che fai tu riguardo ai gay che conosci. Mi parli di 6, 7 persone, ma in realtà non credo tu abbia fatto bene i calcoli. Infatti tra i gay che conosci, tutti con il terrore di ammetterlo che tu conosci, ne manca uno: TU. Sì, difatti non vedo perché ti tieni fuori da questa paura che rende più difficile fare conoscenze, amicizie, trovare persone con le quali ipotizzare una storia, anche un piccolo flirt. Mi dici che a causa del tuo mancato outing non hai libertà di movimento e di parola. Credo che tu stia vivendo in una piccola dittatura. Anzi, una piccola autodittatura, (organizzata da te!) visto che dalla tua lettera non risultano eventuali problemi con parenti ottusi, nessun eventuale problema sul posto di lavoro in caso di coming out. Cerca di farti un autogolpe e vivere un po’ più serenamente e leggermente la tua vita, se ti è possibile! Per sapere dove trovare un locale vicino a casa tua più che scrivere a me, dovresti consultare una guida gay o, su gay.it, cliccare dove vedi scritto “la mia regione”. Permettimi però di fare notare a te e a tutti quelli “terrorizzati di ammetterlo” che se tutti fossero così non esisterebbero locali (né vicini né lontani da casa!), né discoteche, né club, né ristoranti apertamente gay. Bisogna, nei limiti del possibile, alzare un po’ la testa ragazzi miei, altrimenti non avremo mai pari dignità, vedete come vanno le cose in Italia, no?
Per quanto riguarda la tua richiesta su dove trovare “una persona gay con cui si possa parlare tranquillamente senza la necessità di nascondere i sentimenti e di essere presi per i fondelli”… sarei tentato di risponderti su Marte o su Giove. In realtà, mio bel marchigiano, per trovare qualcuno (qualunque sia lo scopo) bisogna stare con gli occhi aperti. Certo se tu hai la tessera del “club dei sensi di colpa s.p.a.” ed ogni volta che incontri qualcuno dopo un po’ scappi per paura di essere rintracciato, scoperto, riconosciuto… ehh caro mio la situazione è un po’ più difficilina. Io comunque credo molto al destino, fato, karma (chiamalo come ti pare). Se si deve incontrare qualcuno lo s’incontrerà comunque. Mi dici che la chat non ti soddisfa, posso capirti. Però potrebbe essere un bel punto di partenza per quelli come te che non vivono in grandi città. Conoscere qualcuno della tua zona potrebbe essere più facile. Anche perchè…. sai… in chat non si cerca/trova solo sesso… si lo so, ti sembrerà strano, ma è così!
Bacioni
Fabio

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...