Parnassus, l’ultimo Ledger sfonda i quattro milioni

Grande successo di pubblico per il film favolistico di Terry Gilliam con l’ultima interpretazione di Heath Ledger. Nonostante il suo carisma e l’aiuto di Depp, Farrell e Law, però non convince.

Ha quasi raggiunto i quattro milioni e mezzo di euro l’atteso Parnassusl’uomo che voleva ingannare il Diavolo di Terry Gilliam passato fuori concorso a Cannes e presentato come evento speciale dell’ultimo Festival Internazionale del Film di Roma all’interno di un omaggio dedicato a Heath Ledger di cui si sono visti alcuni video girati come regista per Ben Harper, Modest Mouse e altri. Con il benestare della famiglia, è stato anche reso pubblico l’archivio di materiali inediti del collettivo The Masses di cui Ledger faceva parte oltre ad esserne il finanziatore.

Girato tra Londra e Vancouver, Parnassus racconta della compagnia di girovaghi Imaginarium composta dal dottore del titolo (Christopher Plummer), un anziano barbuto proprietario di uno specchio magico ottenuto dopo aver fatto un patto col diabolico Mr. Nick (Tom Waits), desideroso di impossessarsi dell’anima della figlia sedicenne di Parnassus, Valentina (Lily Cole), in cambio del dono di realizzare i sogni del suo pubblico e dell’immortalità. Ma l’aiutante Anthony Shepherd detto Tony (Heath Ledger) cercherà di salvarla attraverso l’esplorazione di vari mondi meravigliosamente misteriosi che imparerà a conoscere accedendovi per mezzo dello specchio fatato.

L’indimenticato protagonista di Brokeback Mountain, premio Oscar postumo per Il cavaliere oscuro, è morto il 22 gennaio 2008 a New York all’età di soli 28 anni per intossicazione da farmaci durante le riprese del film (aveva girato solo gli esterni) ed è stato sostituito da Johnny Depp, Jude Law e Colin Farrell che appaiono nelle transizioni da un universo immaginario all’altro.

Ti suggeriamo anche  Brokeback Mountain, ecco chi avremmo potuto vedere al posto di Heath Ledger e Jake Gyllenhaal

La prima apparizione di Heath Ledger avviene dopo mezz’ora di film, quando lo spettatore non pensa ad altro: è praticamente impiccato, col volto segnato da strani simboli, sotto il Ponte dei Frati Neri dove fu ritrovato nel 1982 il cadavere del banchiere Calvi.

Visionario alla Méliès, colorato, ispirato al mito di Faust e arricchito da molti effetti speciali anche strabilianti, Parnassus soffre però di una struttura ripetitiva e di poca tensione nell’avvicendarsi fiacco degli sketch quasi fiabeschi. Il ruolo di supporto di Depp, Law e Farrell, che hanno devoluto il cachet alla figlia dell’attore, Matilda, avuta da Michelle Williams, sembra quasi un riempitivo e non contribuisce alla riuscita del film della durata di poco più di due ore.

In America nessuno voleva distribuirlo ma uscirà sorprendentemente dopo l’uscita internazionale, il giorno di Natale, grazie alla Sony.

«Ci eravamo visti due giorni prima della sua morte» spiega Gilliam che quest’anno festeggia i quarant’anni della sua celebre compagnia cine-satirica dei Monty Python. «Andava tutto bene. Poi ho ricevuto la notizia. Non potevo credere che Heath se ne fosse andato così».