Povia vs. Walt Disney: ‘Facendo diventare Elsa lesbica confermano che nessuno nasce gay’

Dopo Matteo Salvini anche Giuseppe Povia attacca la Disney per la tutt’altro che ufficiale decisione di sposare un amore LGBT in Frozen 2.

Dopo Matteo Salvini, che a pochi giorni dal voto si era scagliato contro l’ipotesi che nel sequel di Frozen la protagonista Elsa possa amare una donna, è Giuseppe Povia a puntare il dito contro la Walt Disney.

Il cantante, arrivato secondo al Festival di Sanremo con la canzone ‘Luca era Gay’, ha infatti tuonato su Facebook: ‘Mi spiace, se devo scegliere tra l’arcobaleno dei grandi e il bianco dell’innocenza dei bambini, scelgo ancora i BAMBINI. Quanti concerti mi annulleranno adesso? Oggi dire che 1+1 fa due è rivoluzione‘.

A traino del commento Povia ha allegato un’immagine che ci mostra Elsa, principessa di Frozen, apparentemente affranta. Agghiacciante il testo scritto al suo fianco.

Ciao bambini e bambine, sono Elsa di Frozen. La Walt Disney sta valutando di farmi diventare lesbica. Sappiate che non c’entro niente, è una loro guerra ideologica e così confermano che l’orientamento sessuale non è nient’altro che una scelta consapevole o inconsapevole, basata sulla relazione sociale che si ha nella vita. Nessuno nasce gay. La scienza non si è mai pronunciata seriamente. Dite a mamma e a papà di informarsi bene. Colonizzare e condizionare i bambini è sempre stato il vizio peggiore di ogni dittatura‘.

Veri e propri deliri, visto e considerato che la Walt Disney non ha mai annunciato che Elsa amerà una donna, in Frozen 2. Ma se anche così fosse questo non significherebbe ‘trasformarla in lesbica’, come se bastasse premere un pulsante. Molto semplicemente nel primo capitolo Elsa, come chiunque abbia visto il lungometraggio animato sa, non esprime mai i propri sentimenti, se non per la sorella Anna. Non c’è spazio per altro amore, nel suo glaciale cuore, che sia eterosessuale o omosessuale. Sposando una relazione LGBT in Frozen 2, la Disney non farebbe altro che esplicitare la sua natura.

Ti suggeriamo anche  Povia, l'ultima provocazione: "I gay si curino con l'eterox"

3 commenti su “Povia vs. Walt Disney: ‘Facendo diventare Elsa lesbica confermano che nessuno nasce gay’

  1. “Colonizzare e condizionare i bambini è sempre stato il vizio peggiore di ogni dittatura”.
    Lui lo sa bene, la chiesa a cui è tanto legato non fa forse catechismo per insegnare dogmi che non stanno né in cielo né in terra?

    1. In realtà non sono poi così legati visto che qualche settimana fa la curia di Pavia ha annullato (o rimandato a data imprecisata) un suo concerto in supporto al popolo della famiglia con la motivazione che non avrebbero fatto campagna elettorale (probabilmente nel post si riferisce a questa cancellazione).

Lascia un commento