Queer Lion Award a Venezia, con una giuria d’eccezione

Il premio andrà al miglior film che rappresenti la cultura e il cinema LGBT. Tra i Giurati anche l’attore gay Alan Cumming

Il Queer Lion è il risultato delle battaglie politiche che le comunità gay e lesbiche portano avanti per il riconoscimento dei propri diritti.In occasione della 64. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è stato istituito il Queer Lion Award, premio collaterale alla migliore pellicola a tematica lesbica, gay e transgender.

Oggi si è tenuto l’incontro ufficiale tra Marco Müller, direttore della Mostra e i promotori del premio, Daniel Casagrande, dell’associazione “CinemArte” e Franca Bimbi, deputata e delegata del Sindaco di Venezia per l’Osservatorio LGBT accompagnati da Franco Grillini, deputato e presidente onorario dell’Arcigay.

“Ho scelto fin dall’inizio di sostenere la proposta del Queer Lion come premio collaterale. Rappresenta un dovuto riconoscimento ad una cultura visiva consolidata e da sempre all’avanguardia sull’orizzonte dell’arte”, ha dichiarato Marco Müller.

“Un premio che non valorizza soltanto una cinematografia di nicchia, ma apre sguardi su sentimenti ed emozioni universali, partendo da un punto di vista particolare per parlare all’umanità – ha commentato Franca Bimbi –. Per noi è un’importante tappa di un percorso sulle culture queer che stiamo sviluppando in città con ormai consolidate collaborazioni internazionali”.

“Il Queer Lion è il risultato delle battaglie politiche che le comunità gay e lesbiche portano avanti per il riconoscimento dei propri diritti. La visibilità delle espressioni culturali LGBT è parte di questo percorso, ancora così difficile in questo paese”, hanno dichiarato

Franco Grillini e Daniel Casagrande.

Ti suggeriamo anche  Boy Erased NON uscirà in Brasile, scoppia la polemica

Il Queer Lion verrà assegnato da un’apposita giuria presieduta da Alan Cumming, attore inglese già protagonista di "XMen" e "Eyes Wide Shut", Andrea Occhipinti, produttore e distributore cinematografico, Sandro Avanzo, giornalista di Radio Popolare, Delia Vaccarello, scrittrice e giornalista, Vincenzo Patané, scrittore e critico cinematografico.