SAN VALENTINO O SAINT HONORÉ

Soli nella festa degli innamorati? La Jena consiglia di dedicarsi ai dolci: “È quella storia della carenza d’affetto”. E intanto divertitevi a criticare con lei le coppiette che in realtà invidiate…

Ciao grande Canino!

Non sapevo cosa scriverti, ma volevo esserci anch’io!! Non mi dilungherò in complimenti, ma sono molto fiero di te! Non ho particolari problemi da sottoporti. Una vita piuttosto normale. Libero professionista, vivo a Trieste. Single da un po’, mi trovo bene, a parte qualche mattina quando mi rigiro nel letto, e vorrei trovare qualcuno da abbracciare, qualcuno che mi coccolasse un po’… ma non si può avere tutto dalla vita. Certo è che adesso siamo di nuovo a San Valentino e come tutte le feste (comandate o meno..) ti fanno sentire fuori luogo se non sei omologato…che ne pensi? Un grosso bacio e se t’interessa… io mi fidanzerei volentieri con te!! 🙂

Andrea

Carissimo Andrea,

sbrighiamo subito la pratica “fidanzato per Canino”: beh…parliamone..non posso certo deludere i miei lettori, no? 😉

Detto questo…si, hai ragione, siamo di nuovo a San Valentino. Devo dirti che questa festa (la chiameremo così per praticità…) ha sempre meno successo. Anche le pubblpubblicitàorollario che seguono ogni festa commerciale (festa della mamma, del papà, ecc. ecc) per S. Valentino non hanno investito molto quest’anno! Sarà l’incombere di questa guerra? Sarà la mancanza di soldi da spendere per regali imprevisti e imposti? Non lo so, ma se la Perugina con i suoi Baci, decide di fare meno pubblicità, la festa di San Valentino sembra non avere più senso, ammesso che ne abbia mai avuto uno. Voglio dire, se due persone si amano, non hanno certo bisogno di una data particolare per dimostrarselo, per celebrarlo no?

Io sinceramente Andrea, non mi sento fuori luogo, almeno una volta nella vita!!! E non lo dico in quanto single (…) ma proprio perché è una cosa che non mi interessa! Ti dirò di più. A volte mi fanno anche tristezza quelle coppiette che vedi per S. Valentino nei soliti ristoranti “a lume di candela” con lei tutta in tiro e lui in giacca e cravatta (cravatta regalata da lei perché lui non ha gusto…) mano nella mano… Sì è vero che quando si è innamorati si sembra più ridicoli… ma in quell’occasione veramente si tocca il fondo. Non vorrei però sembrare più cinico di quello che in realtà sono. Forse non avendolo mai provato “l’effetto S. Valentino” non mi rendo conto di quella sorta di stato di “beatificazione” che sembrano aver raggiunto le fatidiche coppiette. Per quanto riguarda i gays (questa razza così speciale…) avendo spesso problemi a dimostrare il loro amore in qualunque luogo… credo che il problema S. Valentino (per fortuna!) non si ponga.

Sai chi credo che veramente sia felice di questa festa? Quei ragazzi che per tutto l’anno tentano di vendere le rose nei ristoranti e che vengono cacciati spesso in malo modo. Bene, per S. Valentino fanno affari d’oro. E’ un classico nel suo genere vedere, dopo la già citata cena a lume di candela, la passeggiata mano per la mano con lui un pò imbronciato (cazzo, ma proprio il ristorante più caro dovevi scegliere?!…) e lei con la rosa in mano che già si pregusta il “dopocena”..ehh beata lei!!!

Andrea io consiglierei a te, a me e a tutti quelli che non festeggiano S. Valentino di dedicarsi, per quel giorno, ad un altro Santo: Saint Honoré!!! come si dice, i dolci aiutano. Sai quella storia della carenza d’affetto, no?!… Comunque a chi deciderà di festeggiare la festa degli innamorati, Auguri! e per quanto riguarda noi Andrea…magari l’anno prossimo saremo insieme a festeggiare….

Baci (non perugina) Fabio

di Fabio Canino

Ti suggeriamo anche  Andy Warhol: nasceva 91 anni fa l'artista più eccentrico, trasgressivo e padre della pop art