Sex Education, su Netflix una delle serie LGBT più riuscite dell’ultimo anno

Il ragazzo timido e vergine, una madre impicciona e stravagante, una ragazza strana e attraente, e il ragazzo omosessuale che vuole farsi accettare dalla famiglia.

Una nuova e interessante serie è sbarcata da pochi giorni su Netflix, e già dal trailer si annuncia molto particolare. In Sex Education, fin dal primo episodio si nota il classico stile comedy inglese per adolescenti. Ma procedendo con le puntate disponibili sul portale si scopre che c’è molto di più. Sia per il tema trattato che per la scelta dei personaggi che appaiono durante le puntate. Il tema principale, su cui si focalizzeranno le otto puntate della prima stagione, è il sesso. Parliamo di adolescenti alla scoperta del proprio corpo, del proprio orientamento sessuale, della verginità e delle paure del primo rapporto, con tutto quello che il rapporto stesso può riservare.

Procedendo con le puntate, si scopre però che non si tratta solo di una semplice e già vista serie per teen. Ma lo stile e le identità dei personaggi fanno in modo di far riconoscere lo spettatore in alcuni di loro, mostrando tutte le emozioni e i disagi che gli adolescenti che si stanno conoscendo sono obbligati ad affrontare.

Sex Education: il vergine, la ragazza strana e l’amico gay drag queen

La scelta dei personaggi non è di certo casuale. Laurie Nunn (creatrice della serie) e Ben Taylor (il regista) non hanno pensato a una serie basata solo sul ragazzo timido incapace di trovare una ragazza, ma hanno inserito invece una pluralità di casi, affrontati in un modo talmente realistico che difficilmente non ci si riconoscerà. 

La storia vede protagonista Otis (Asa Butterfield), un ragazzo vergine eterosessuale, timido sia nell’approcciare ragazze sia in generale a formare un gruppo di amicizie. A mettere il dito nella piaga è la madre Jean (Gillian Anderson), una terapista sessuale. Questa sarà una dei personaggi più stravaganti, che nei momenti più divertenti della serie metterà in imbarazzo il figlio con le domande relative alla sua vita sessuale. Amica di Otis è la bellissima e particolare Maeve (Emma Mackey), la quale convincerà il ragazzo ad istruire i loro coetanei sul sesso, grazie alla preparazione (teorica) di Otis, formato dalla madre. A chiudere il trio, c’è Eric (Ncuti Gatwa). Il personaggio più importante per la comunità LGBT. Eric è gay e appassionato del mondo delle drag queen. Si trova in conflitto con il proprio orientamento e le sue scelte di fronte alla famiglia. Proprio Eric prende la parte del protagonista in alcune puntate, raccontando la propria storie e la propria missione, ovvero quella di farsi accettare per quello che è dal padre conservatore. Le lacrime, insomma, sono assicurate.