Taron Egerton chiarisce, ‘non sono gay ma sostengo la comunità LGBT’

di

Il divo ha parlato di Kevin Spacey, con cui ha girato un film nel 2015. 'Ha flirtato anche con me, ma non è mai stato inappropriato'.

CONDIVIDI
69 Condivisioni Facebook 69 Twitter Google WhatsApp
1124 0

Da domani in sala nei panni di un Robin Hood versione ‘supereroe’, e nel 2019 al cinema negli iconici abiti di Elton John, il bel Taron Egerton, 29enne divo lanciato dalla saga Kingsman, ha smentito i rumor legati ad una sua presunta omosessualità esplosi nelle ultime settimane.

Colpa, si fa per dire, di un’immagine pubblicata sul suo profilo Instagram, in cui riprendeva un misterioso uomo commentandolo con fare sorprendentemente romantico: ‘Tesoro. Il mio ragazzo‘, con tanto di emoticon a forma di cuore. Tornato da poco single dopo l’addio alla fidanzata Emily Thomas, Taron ha chiarito una volta per tutte dalle pagine di Metro, sottolineando come non sia gay, anche se grande sostenitore della comunità LGBT.

“Uno dei miei amici era nel mio appartamento di Londra e l’ho instagrammato scrivendo ‘Guarda questo bel ragazzo’, a quel punto tutti hanno parlato di un mio coming out!”. “Non sono gay, ma due dei miei migliori amici hanno fatto coming out quando avevo 15 anni ed è stata una gioia sostenerli perché, come gruppo, siamo tutti più sicuri in ciò che siamo”.

Egerton ha parlato anche di Kevin Spacey, suo collega di set nel film Billionaire Boys Club, girato nel 2015 ma uscito in sordina soltanto pochi mesi fa, dopo l’ondata di accuse di molestie che ha travolto il divo di House of Cards.

“Il film non è venuto come avrebbe dovuto, cosa deludente e terribile pensando a tutti i talenti coinvolti nel progetto. Dopo c’è stato il coinvolgimento di Kevin Spacey. Con me non è mai stato inappropriato. Se la linea tra un audace flit e un comportamento predatorio è sottile, io credo che a me sia capitato il primo caso. E’ triste che la sua condotta professionale abbia gettato una tale ombra sul film. Lavorando insieme a lui, ad un primo step ama flirtare. Non è la prima volta che mi capita di essere corteggiato da un collega più anziano. E’ qualcosa che ho sperimentato fin da quando avevo 17-18 anni, ma non mi sono mai sentito minacciato. Però è ovvio che un comportamento di questo tipo possa far star male le persone, è inaccettabile“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Cutie. My boy ❤️

Un post condiviso da Taron Egerton (@taron.egerton) in data:

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...