“Tuo, Simon”, intervista in esclusiva a Nick Robinson – video

di

Tuo, Simon è di fatto il primo teen movie con un protagonista gay a sfondare il muro degli studios hollywoodiani, presentandosi ad un pubblico mainstream.

CONDIVIDI
102 Condivisioni Facebook 102 Twitter Google WhatsApp
7090 0

Campione d’incassi negli States e da subito diventato cult movie LGBT, “Tuo, Simon” uscirà nelle sale d’Italia il 31 maggio prossimo, con distribuzione 20th Century Fox.

Diretto da Greg Berlanti e adattamento cinematografico di Non so chi sei ma io sono qui, romanzo edito da Becky Albertalli, Tuo, Simon è di fatto il primo teen movie con un protagonista gay a sfondare il muro degli studios hollywoodiani, presentandosi ad un pubblico mainstream. Oggi, in esclusiva per Gay.it, vi mostriamo un’intervista sottotitolata in italiano a Nick Robinson, 23enne attore americano già visto e apprezzato in film come The Kings of Summer, Jurassic World, Being Charlie, La Quinta Onda e Noi siamo tutto.

Robinson indossa i panni di Simon Spier, sedicenne gay che inizia a flirtare online con un suo compagno di classe, la cui identità però resta segreta. Quando una delle mail che si scambiano finisce nelle mani sbagliate, il segreto di Simon rischia di diventare di pubblico dominio. All’improvviso inizia a essere ricattato da Martin, compagno di scuola che pretende un suo aiuto per conquistare la bella Abby Suso (Alexandra Shipp). Se Simon si rifiuterà di aiutarlo, minaccia di divulgare non solo il suo segreto ma anche quello di ‘Blue’, lo pseudonimo dietro il quale si nasconde il ragazzo con cui Simon ha intrapreso una fitta corrispondenza.

Una storia divertente e ricca di sentimenti che ha conquistato la comunità LGBT internazionale, portando diversi divi di Hollywood a pagare di tasca propria i biglietti  del cinema per farla conoscere a più ragazzi possibili. Un coming of age LGBT fino ad oggi mai visto, all’interno di una major, ben accolto dalla critica e premiato dal pubblico.

Il film è incentrato intorno al protagonista”, spiega Robinson. “Sulla sua voce e il suo punto di vista del mondo. Sulla sua sensibilità comica. Penso che sia questo a renderlo unico nel suo genere. Non è palesemente un film gay: parla di un ragazzo che attraversa un momento particolare, che cerca di trovare il suo posto nel mondo, cosa non facile. Tutto questo è complicato dal fatto che sta cercando di comprendere la propria sessualità. Ma è anche molto divertente perché Simon riesce a trasformare le situazioni più deprimenti in momenti comici. E’ un punto di vista del film estremamente accattivante”.

A completare il cast Katherine Langford, protagonista di Tredici, Alexandra Shipp, Miles Heizer, Logan Miller, Jennifer Garner e Josh Duhamel.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...