Coca e sesso gay: indagati un avvocato padovano e un attore

Le feste si svolgevano tra Padova, Roma e Milano e l’avvocato era tra gli organizzatori. A fornire la droga, alcuni spacciatori nordafricani. Alle feste anche giovani gay ingaggiati per fare sesso.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Feste a base di cocaina e sesso gay con ragazzi giovanissimi (ma tutti maggiorenni). E’ lo scandalo al centro del quale si è ritrovato un noto avvocato padovano a seguito delle indagini svolte dalla Squadra Mobile di Padova. L’avvocato, di cui le agenzie tacciono il nome, era tra gli organizzatori delle serate e si procurava la droga da due spacciatori tunisini. La cocaina poi veniva consumata nel corso di festini a Padova, Milano e Roma. Il giudice ha emesso tre provvedimenti cautelari, tra cui gli arresti domiciliari per l’avvocato. Nel corso dell’indagine, coordinata dal pm Benedetto Roberti della Procura di Padova e dal gip Maddanela Fino, è stata perquisita anche l’abitazione di un attore genovese che adesso risulta tra gli indagati.

"L’indagine è nata in seguito ad una intercettazione telefonica, in cui l’avvocato parlava con lo spacciatore tunisino di un giro di giovani, e ciò ci ha ovviamente preoccupato – ha spiegato all’Adnkronos Marco Calì, dirigente della Mobile di Padova – così abbiamo scoperto che il professionista padovano portava lo stupefacente alle cene e ai festini: abbiamo sentito una decina di giovani coinvolti, tutti maggiorenni". Le indagini che hanno portato agli arresti sono durate per circa due mesi.

TV

The Old Guard, Luca Marinelli mercenario gay nel film Netflix: la scena d’amore con Marwan Kenzari – il video

Bellissima dichiarazione d’amore di Marwan Kenzari a Luca Marinelli nella prima clip tratta dal film Netflix, in uscita il 10 luglio.

di Federico Boni