Astrologi & Co: quanti gay svolgono queste professioni?

Gay live feed Forum Salotto Salotto culturale Astrologi & Co: quanti gay svolgono queste professioni?

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  illupobianco 1 mese, 3 settimane fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #733124

    anonymous
    Membro

    Sono reduce da un convegno sul tema dell’astrologia ed alchimia nell’arte. Discipline che, ad onor del vero, non mi interessano. Ci sono stato perché si è tenuto in un hotel dove ho alloggiato, pioveva, non avevo di meglio da fare. Sala gremita da 432 tra professionisti ed appassionati arrivati da tutt’Italia, più una cinquantina di “comuni esseri mortali”.
    Il punto è: non ho potuto fare a meno di notare che la stragrande maggioranza di costoro, fosse palesemente gay. Ne deduco che devono essere professioni piuttosto diffuse tra noialtri. Eppure, da frequentatore di vecchia data dell’ambiente gay, non ne ho mai avuto un riscontro, nel senso che non ho mai incontrato qualcuno che si fosse presentato come astrologo, cartomante, eccetera.

    Ci sono e si nascondono o si è trattato di una semplice coincidenza?

    #765914

    anonymous
    Membro

    Interessante scoperta.
    Penso che il motivo principale dell’accostamento dei gay alle arti della natura in primo luogo derivi dal fatto “Gay vs. Cristianesimo”. Cio’, secondo me, porta il gay ad accostarsi ad altre credenze o a rifiutare il cristianesimo, certe volte, anche a odiarlo e far di tutto per “contrariarlo”. E siccome le arti “occulte” (esoterismo, cartomanzia o qualunque cosa del genere) sono azioni non accettate dalla chiesa cattolica, vengono fatte per una specie di ripicca…
    In secondo luogo, penso che molti gay abbiano qualcosa di speciale che li porta a raggiungere uno stato di maturità metafisica (se non nascono cosi’).
    Io da piccolo ho avuto sempre curiosità per l’occulto. Ho studiato. E anche se i miei genitori sono cattolici entrambi. Ci nascondiamo pero’ perchè (grazie alla chiesa) si pensa ancora che le arti magiche o diviniazioni siano peccati imperdonabili e non pensiamo ad altro che a far male alle persone.
    Nel cattolicesimo, per carità, senza che ce ne ci si accorgevengono efettuati riti e atti che sembrerebbero pagani. Esempio: L’norme quantità di santi che ci sono fanno pensare agli infiniti Dei pagani, Nel cattolicesimo si trova il Santo del Lavoro, Il Santo Padrone di una località, come ad Atene c’era L’Athena Partenos, ed un’altra infinià di coicidenze, come i riti liturgici, ecc
    Invece, io sono piu’ che sereno. So che quel che faccio è lontanissimo dal “Satanismo” e da ogni forza maligna, dalle quali mi proteggo accuratamente…
    Spero queste poche parole almeno vi portino a capire che non è pazzia, ma è una forma di conoscenza ultraterrena. E poi…molti filosofi come Pitagora, Socrate, Aristotele erano maghi, e furono coloro che aprirono le menti e le portarono a pensare nell’aldilà o nell’origine del tutto…
    Un, bacio a tutti. Vi ringrazio se siete arrivati a leggre tutto.

    #765915

    zong333
    Membro

    La coppia aperta, questo mi fa assai ridere. Se puoi avere un compagno e poi decidere di andare con chi vuoi, che coppia è la tua.

    #765916

    mau67
    Membro

    Buongiorno a tutti,
    Sono un terapeuta olistico e frequento l’ambiente da cc 22 anni. A dir la verità non ho mai visto molti omosessuali uomini, donne si! Considerando che l’associazione di cui sono presidente ha ora 388 soci, e che tutti vengono da me a fare trattamenti, ci sono tra dichiarati e no 10 persone e nessuno di loro collabora con me lavorando in associazione.
    Sicuramente il mondo olistico è affascinante, molta gente si avvicina, farlo seriamente non lo rende da salotto

    #1227257

    Reuel
    Partecipante

    A me Paolo Fox sembra gay. Voi che dite?

    #1227652

    illupobianco
    Partecipante

    Personalmente, vale quanto ha detto il caro @anonymous: ho scoperto la wicca mentre ero in fuga dal cristianesimo e, non avendo io il coraggio dei miei due amici gay e cattolici, ho rifiutato il compromesso di credere “solo tra me e me”, anche per non dare il fianco ai miei parenti cattolici per colpirmi sulla solita tiritera del “sei cristiano, come puoi essere gay?”.

    Comunque l’astrologia e la magia di base loro sono elementi che di per se non escludono la religione cristiana, prova ne sia che la magia sopravvive in alcuni rituali di magia cristiana (ho letto personalmente un rituale dove veniva invocata sant’Elena per tenere unite due persone e un’altra volta Sant’antonio veniva invocato a garanzia di un rito di separazione e dopo aver seppellito un limone bisognava recitare una novena al santo).
    Di base sono quasi scientifiche, visto che l’astrologia e la magia hanno regole e richiedono comunque uno studio quasi continuo e tanta pratica per riuscire a internalizzarle.

    a rendere molti omosessuali, anche cristiani devo dire, a interessarsi a queste religioni e pratiche (due miei clienti del mio negozio di magia sono cristiani eppure obbediscono alle mie disposizioni come cagnolini) è intanto la maggiore sensibilità che consente loro di avere meno pregiudizi verso queste pratiche solo perchè censurate. e poi molti gay dimostrano doti medianiche, ma questa è una cosa più scientifica: dovendo affrontare situazioni di frequente rischio, nascondere la propria natura, individuare quella degli altri e simili piacevolezze, è ovvio che il nostro istinto si acuisce e arriviamo a possedere capacità apparentemente sovrannaturali ma in realtà frutte solo di una maggiore attenzione al mondo.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.