Non mi parla più

Gay live feed Forum Questioni Coming out Non mi parla più

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Matty 1 settimana fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1227922

    Gafa
    Partecipante

    Ciao a tutti, voglio raccontarvi la mia esperienza perché sono giorni che penso è ci ripenso e non riesco a capire dove ho sbagliato con il mio amico.
    L’inizio del rapporto è stato verso Marzo. Da Marzo fino a metà Settembre ci sentiamo tutti i santi giorni, costantemente; un rapporto che andava sempre in meglio, mai una discussione, mai un litigio, niente di niente.
    Dopo più di un mese che ci sentiamo iniziamo anche ad uscire, le prime colazioni, le prime uscire di notte insieme, insomma cose normalissime. A giugno lui mi comunica che deve partire, che colpo al cuore per me.
    Comunque tutto apposto.
    Viene anche a casa mia una domenica e stiamo benissimo, poi arriva la settimana della partenza, il giorno prima che parta lo vuole dedicare a me, andiamo insieme al cinema e mentre guardiamo il film mi abbraccia, dopo il cinema andiamo sugli scogli e abbiamo passato un bellissimo momento abbracciati e commossi.
    Parte… dopo due settimane mi fa una sorpresa e si presenta sotto casa mia… sale e stiamo tutta la sera abbracciati al divano a coccolarci finché lui non riparte la sera stessa.
    Arriva poi a luglio il momento in cui io vado a trovarlo, lo raggiungo dove lavora e stiamo 4 giorni insieme in casa, dormiamo abbracciati, baci (esclusivamente in guancia), baci sul collo, coccole e carezze, grattini, momento bellissimo di scherzo e gioco, momenti davanti alla tv con la testa sulle gambe dell’altro. Notte e giorno così. C’e Stato un momento in cui le nostre labbra si sono avvicinate di mezzo cm. Ma niente.
    Non sono mai voluto andare oltre per rispettare il suo essere etero.
    Dopo che me ne vado continuano i messaggi fino a quando non ritorna, sempre parole belle, sempre bei messaggi “mi manchi”, “non vedo l’ora di abbracciarti”, “quando torni staremo sempre insieme”
    Io non sono mai andato oltre l’amicizia.
    Torna a Settembre, dopo due giorni che è nella città (in cui non mi ha minimamente calcolato) ci vediamo
    Dopo il pranzo insieme andiamo in un parco della città e io non mi permetto di fare niente di più di ciò che mi ero permesso di fare quando già ci eravamo visti e stati insieme questa estate.
    Noto la sua freddezza e una volta tornati a casa chiedo il perché, ricevendo come risposta un “prima mi andavano certe cose ora non so più perché, ho cercato di spiegarmelo ma.”
    Ma??? Ma???
    Io gli ho spiegato che gli atteggiamenti che aveva avuto andavano ben oltre una semplice amicizia e che mi ero anche un po’ illuso.
    Lui per tutta risposta vuole chiudere completamente con me dicendomi di averlo accusato di cose che lui non ha fatto e che lui non è mai andato oltre l’amicizia, che lui era etero.
    Dopo due settimane l’ho risentito, un po’ insistentemente confesso, e la scusa era cambiata, diceva che aveva chiuso con me perchè tutta l’estate lo prendevo in giro. Io? Quando gli ho fatto anche una sorpresa?
    E lui che però tutta l’estate continuava a dirmi che andava bene e che ero invitato anche al suo compleanno e se non fossi voluto andare avremmo festeggiato da soli.
    Mi ha bloccato, non mi parla più, se mi vede per strada gira completamente la faccia.
    Io non ho fatto niente.
    Non capisco il suo atteggiamento nei miei confronti! Datemi una mano. Penso che lui sia abbastanza plagiato dalle amiche!
    Aiutatemi, ditemi qualche pensiero vi prego. Non so più cosa pensare. E molte volte penso pure di farla finita perché è una mancanza costante.

    #1227935

    michele89
    Partecipante

    Ciao Gafa, innanzitutto pensare di farla finita per un amore non corrisposto sminuisce te e quello che invece puoi dare agli altri e agli amori futuri.
    Credo che lui soffra di omofobia interiorizzata, o comunque che non abbia ancora accettato la sua bisessualitá.
    Stava bene con te, passavate momenti al limite del romantico, e quando ha capito che stavate per andare oltre, s’é bloccato.
    Non é il primo e non sará l’ultimo che accusa l’altro di essere stato illuso.
    Lui stesso non sa spiegarsi cosa non va, e soprattutto non lo vuole ammettere.
    Sta a te decidere se continuare a sentirlo e a sperare, o se farti la tua vita senza altre illusioni.
    Facci sapere

    #1227940

    Gafa
    Partecipante

    Grazie Michele89…
    Diciamo che ora come ora non ci parliamo e anzi abbiamo chiuso proprio male il rapporto forse prerche io non ho lasciato a lui il tempo per metabolizzare la cosa.
    Sto vivendo la giornata continuamente con il suo pensiero, purtroppo la cosa è ancora fresca e non riesco a farne a meno anche perché spero in un suo ritorno…

    #1227991

    Matty
    Partecipante

    Concordo pienamente con Michele… A mio opinabilissimo avviso, questa chiusura così brusca, può essere dovuta solo ad un timore che percepisce.
    Quando uno ha paura di norma si chiude… O almeno molti fanno così.
    Secondo me gli hai mostrato un lato di lui che non è disposto ad accettare e che lo spaventa.
    Sarà etero, omo, bisex, ma chissenefrega… Nel mondo non esistono solo bianco nero e grigio in mezzo, ci sono infinite sfumature, quello che vivevate è reale, i sentimenti che provavate sono reali e, purtroppo, è reale anche la sua reazione.
    Ha capito che stava uscendo un lato di lui che avrebbe richiesto un’imponente messa in discussione di come si è valutato e catalogato finora.
    Perché sì, a tanti non piace essere catalogati e categorizzati, ma la verità è che infilarsi in una categoria, sentirsi parte di un gruppo, da molta sicurezza.
    Lui ha capito che, forse, non fa parte del gruppo a cui ha sempre creduto di appartenere, e piuttosto che mettersi in discussione e dire “ok, vediamo che succede ora”, ha preferito tagliare quelli stimoli che scatenavano in lui tali dubbi.
    È come se uno scopre di amare i panorami mozzafiato ma soffre di vertigini… Le cose son due, o ti fai forza, sali in cima al colle, e ti godi la vista sul bordo del precipizio o rinunci in partenza, ti giri e torni a casa.
    La seconda scelta, ovviamente, è più semplice.
    Ho letto un “non gli ho lasciato il tempo di metabolizzare […]” assolutamente no, perdona la rozzezza ma non raccontarti queste idiozie, tu non c’entri assolutamente nulla. È Lui che non è pronto a mettersi in discussione, è Lui che non affronta le proprie paure, è Lui che fa il codardo. E quest’ultima parola non vuole assolutamente essere offensiva, il coraggio non cresce suglia alberi e non si raccoglie nei prati.
    Quindi, secondo me, questo fattaccio, è capitato solo perché hai trovato l’uomo sbagliato nel periodo sbagliato della sua vita; l’unica, a mio avviso, è cercare di non rimanerci troppo male.
    Poi per carità, può darsi che la cosa lavori dentro di lui a livello inconscio e, un giorno, presto o tardi che sia, accetterà questo suo lato e tornerà da te più radioso che mai.
    Però non darti colpe che non hai, è un percorso che solo lui può fare.
    Un abbraccio

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.