Cosenza: una tesi sul suicidio tra giovani gay

E’ alto il tasso di suicidi tra gli omosessuali adolescenti. E’ quanto emerge da una tesi di laurea discussa stamane alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Calabria.

COSENZA – E’ alto il tasso di suicidi tra gli omosessuali adolescenti. E’ quanto emerge da una tesi di laurea discussa stamane e realizzata dalla laureanda del corso di laurea in Scienze del Servizio Sociale della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Calabria, Vincenza Orlando.

“La problematica – scrive Vincenza Orlando nella fase introduttiva della tesi – occupa una posizione di rilievo all’interno delle dinamiche sociali. Perchè la situazione non peggiori vi è necessità di studiare e divulgare le conoscenze necessarie sul problema. I dati dimostrano l’esistenza di un grave problema di ordine sociale che non può essere sottovalutato, come sta accadendo in Italia, dove solamente le associazioni di settore omosessuale si muovono al fine di capire le cause e ridurre il problema. I servizi sociali hanno la possibilità di azione preventiva e non dovrebbero essere chiamati solo in casi di problemi sociali gravi”.

La tesi si compone di quattro capitoli nei quali viene analizzata l’omosessomosessualsessualitària, viene studiata l’omofobia come malattia sociale con particolare riguarda ai fattori che lo favoriscono, alle relazioni e contraddizioni familiari e nei rapporti con altre persone. E’ stata realizzata anche un ampia ricerca sul suicidio degli adolescenti omosessuali con in primo piano il ruolo della famiglia e della scuola. Nel quarto capitolo viene sviluppata la considerazione sociale della differenza di genere con in evidenza il ruolo dello stato e della chiesa. Il capitolo si conclude con un richiamo sulla sessualità nei servizi sociali e sull’importanza di conoscere la condizione omosessuale per il lavoro dell’assistente sociale.

Ti suggeriamo anche  Violenza di gruppo su trans 17enne che fugge dopo aver morso il pene a uno degli aggressori
Attualità

La Polonia potrebbe avere il suo primo presidente favorevole ai diritti LGBT: conosciamo Rafał Trzaskowski

E' Rafał Trzaskowski, già sindaco di Varsavia. Una possibile svolta per la Polonia omofoba che tristemente conosciamo.

di Alessandro Bovo