Universal Hunks: i fusti del 19° Secolo in una raccolta

di

Foto di atleti ed esibizionisti che non vedevano l'ora di mettere in mostra il loro corpo.

Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal Hunks
Le foto dei fusti di Universal HunksDavid Chapman, l'autore del libro
Le foto dei fusti di Universal Hunks
CONDIVIDI
29 Condivisioni Facebook 29 Twitter Google WhatsApp
5923 0

Le foto hot non sono una moda degli ultimi anni, nate assieme alle chat per incontri. Esistono già da secoli, come quelle raccolte in Universal Hunks. Si tratta di una vera e propria raccolta di foto erotiche, ma caratterizzato anche da un alto valore storico. Le foto ritraggono uomini di varie età mentre flettono i propri muscoli, posando davanti a una macchina fotografica.

Secondo le ricostruzioni, Universal Hunks è un libro che racconta come era visto l’erotismo tra il 1895 e il 1975. David Chapman, l’autore del libro, ha spiegato che “la definizione di fusto è soggettiva, ma per me è qualcuno che combina muscoli, bellezza fisica e sex appeal in quantità molto superiore alla norma”. Difatti, i modelli presenti non sono proprio uguali a quelli che siamo abituati a vedere oggi, per lo più atletici o con un corpo molto definito.  Questi invece mostrano una corporatura superiore alla norma, da veri amanti del culturismo.

Vuoi acquistare il libro? Clicca su questo link, ti indirizzerà ad Amazon.

Per le foto, Credits: HuffPost.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...