4 libri da portare con voi sotto l’ombrellone

Se siete in cerca di suggerimenti per le letture delle prossime settimane…

Per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia stesso mare, cantava un certo Piero Focaccia… e se squadra che vince non si cambia, sui libri la storia è un po’ diversa.

L‘estate è già iniziata e oltre a mete di viaggio, bagagli e planning porta con se il solito quesito sul libro da leggere “sotto l’ombrellone”. Se siete in cerca di ispirazioni da divorare sotto il sole estivo, in spiaggia o in montagna, a bordo piscina o in barca, ecco 4 cult di questa estate 2017 da leggere assolutamente.

Emily Witt, Future Sex

Amore 2.0, gli incontri ai tempi di Tinder con un twist piccante. Se superare la fine di una relazione non è mai stato facile, buttarsi a capofitto nel mondo del sexting, delle coppie aperte e del fantastico mondo erotico che ci circonda è ancora peggio… forse. Emily Witt racconta e si racconta attraverso la rivoluzione sessuale nell’era del porno web.

Fabio Marelli, Castelli di carte

Fabio si mette in gioco raccontando il suo viaggio verso la conquista dell’onestà emotiva, tra sessualità, lavoro, famiglia e amicizie, tra bugie e omesse verità che obbligano Fabio a vivere molteplici vite a seconda della persona che si trova di fronte, fino al punto di rottura che lo costringe a seguire l’unica strada possibile: la sua.  Un libro profondo, quasi un diario, che si pone quasi da mentore a chi vive costruendo “castelli di carte”.

Ti suggeriamo anche  "Pregate perché il principino George sia gay": il post che scuote il Regno Unito

PierPaolo Mandetta, Dillo tu a mammà

L’amore è sempre una faccenda di famiglia. Soprattutto se si tratta di coming out: Samuele dopo essere fuggito per anni, è finalmente pronto a rivelare ai suoi genitori di essere omosessuale. Tutto fila dritto se non fosse che alla festa del paese, il papà ha un annuncio da fare: suo figlio e la fidanzata Claudia, in realtà amica di Samuele, si sposeranno a breve. Uno shock per Samuele che vuole sposare Gilberto, il compagno rimasto a Milano, proprio lo stesso uomo che lo aveva convinto a riavvicinarsi ai suoi.

Patricia Nell Warren, La corsa di Billy

A metà degli anni Settanta, l’allenatore Harlan Brown viene cacciato dalla prestigiosa Penn State University per sospetta omosessualità. Perde tutto – famiglia, lavoro, amici e scappa a New York, dove cerca di non innamorarsi mai più di un uomo. Ma la sua vita viene nuovamente sconvolta quando tre giovani atleti si presentano nel suo ufficio, vittime a loro volta di discriminazione sessuale, non vogliono rinunciare ai propri sogni. L’uomo accetterà di allenarli, portando Billy alle Olimpiadi di Montréal del ’76. Amore, passione e lotta politica si fondono in un libro dal finale esplosivo.