A NAPOLI S’INCONTRA L’ARTE

Prosegue fino al 15 ottobre la XII edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo. Un’occasione per attraversare il mare. E scoprire alcune opere gay.

NAPOLI – Prosegue fino al 15 ottobre la XII edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, promossa dalla Provincia di Napoli e Bjcem, con il sostegno della Regione Campania, in collaborazione con il Comune di Napoli, la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano.

L’Associazione internazionale BJCEM – Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe e de la Meditérranée – costituita da 66 soci, che rappresentano realtà locali e nazionali di 19 paesi dell’area mediterranea ha selezionato gli artisti partecipanti italiani e internazionali, sotto il coordinamento scientifico di Achille Bonito Oliva e Eduardo Cicelyn.

La Biennale offre a giovani artisti tra i 18 e i 30 anni l’occasione di creare un dialogo tra paesi diversi e lontani; in quesot modo non solo fornisce una visione capillare della creatività giovanile europea ma spinge la sua ricerca verso l’altra sponda del mediterraneo, alla scoperta dei fermenti creativi di paesi quali l’Algeria, il Marocco, l’Egitto, la Giordania o la Turchia che sempre più stanno attirando l’attenzione dell’osservatorio internazionale.

Per la XII edizione è stato scelto come tema “la Passione”, nella sua accezione positiva e negativa, che anima i sentimenti, le emozioni, gli umori e la creatività dei giovani artisti. La Passione individua una delle peculiarità di Napoli, luogo di eccessi e di emozioni, crocevia di umori, odori, sapori, connotazioni decise e penetranti. Città estrema, in cui ogni sentimento e attività sono stati storicamente vissuti in modo intenso e passionale, sia nella buona che nella cattiva sorte.

Una tematica imprescindibile da Napoli, per certi versi l’unica possibile, ma, al contempo, è aperta a varie interpretazioni e sfumature sottili, tutte legate da un senso di fondo: l’esagerazione, l’estremo, l’eccesso, ossia qualcosa di troppo grande e di troppo intenso per essere compreso con i soli strumenti della ragione. La manifestazione si tiene fino al 15 ottobre a Castel Sant’Elmo, già sede di importanti eventi di arte contemporanea ed attività culturali, promosse dalla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, luogo estremamente suggestivo e cornice ideale per una kermesse di respiro internazionale.

Ti suggeriamo anche  Taiwan sfida l'Asia: in mostra l'arte LGBT dal 9 settembre

XII BIENNALE DEI GIOVANI ARTISTI DELL’EUROPA E DEL MEDITERRANEO
BIENNALE PROVINCIA DI NAPOLI 2005
Napoli, Castel Sant’Elmo 19-28 settembre 2005
http://www.bjcem.org/fr/napoli2005/

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Salotto Culturale.