Al via la rassegna cinematografica glbtiq del Mario Mieli

22 appuntamenti, 35 anni di cinema, in modo da ripercorrere tutte le tematiche LGBTIQ. Another gay movie il suo nome, per una rassegna tanto colorata quanto imperdibile…

E’ partita ieri sera, con la proiezione di Ken Park, film scandalo di Larry Clarck, proiettato diversi anni fa alla mostra del cinema di Venezia, Another Gay Movie, nuova rassagna cinematografica del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli.

Dalla Gran Bretagna, dagli USA, dalla Nuova Zelanda, dal Portogallo, dalla Spagna, dalla Francia, dall’Argentina e da tante altre parti del mondo. Decine di film, molti dei quali in lingua originale con i sottotitoli italiani, arriveranno ogni lunedì ad allargare la cultura cinematografica a tematica omosessuale della capitale.

Le proiezioni si svolgeranno con cadenza settimanale presso la sede del Circolo Mario Mieli, in Via Efeso 2/A; alle ore 20 ci sarà un aperitivo per accogliere ospiti e pubblico, alle 20,20 inizierà la presentazione del film svolta da uno dei componenti del gruppo cinema, o dagli ospiti che di volta in volta si susseguiranno; alle 20,30 inizierà improrogabilmente la proiezione del film.

Ken Park, proiettato ieri sera, ha dato il via al primo di sei cicli, il cui titolo nello specifico è Giovani e Spregiudicati: è davvero l’età dell’innocenza?

Un viaggio nell’universo giovanile che precede la fase adulta, in cui ci si scopre sessualmente, e ci si inizia ad interrogare sui grandi problemi della vita. Evasione, spregiudicatezza, sesso, droga, violenza e quant’altro farciranno le storie di questo primo ciclo, che cercherà così di portare dallo schermo a voi ricordi e spunti di riflessione su una fascia generazionale che tende più a sconvolgere che a crescere.

Ti suggeriamo anche  Dimitri Cocciuti: "Dopo un coming out disastroso ho scritto un romanzo"

Durante la rassegna ci saranno degli incontri con critici cinematografici, registi, attori, studenti di cinema, associazioni ed enti pubblici. Ognuno potrà partecitare al forum di discussione che si svolgerà subito dopo il film. Oltre ai film di esplicita tematica LGBTQI verranno trattati altri film che sposano la causa o l’argomento come Bus di Spike Lee o Le Buttane di Aurelio Grimaldi, di non esplicita selezione GLBT.

Il programma, che è ancora in via di definizione, per i prossimi lunedì prevede:

– 30 novembre: Beautiful Thing – 1996 – di Hettie MacDonald

– 14 dicembre: Ecstasy Generation – 1997 – di Gregg Araki

– 21 dicembre: Creature dal Cielo – 1994 – di Peter Jackson

Per maggiori info scrivete pure ai seguenti indirizzi mail: [email protected] [email protected]

Org Filippo Biondi referente gruppo cinema +393282636706 +393486109897

 

 

di Federico Boni