AMORE E SESSO SUL LAVORO

di

I giapponesi, si sa, passano gran parte della loro vita a lavorare o studiare. Non è difficile, quindi, reperire manga shonen ai ambientati frai banchi scolastici o nei...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3024 0

WORK LOVES
Quando l’estate inizia a diventare un ricordo, riadattarsi agli impegni scolastici e lavorativi non è sempre facile. D’altra parte c’è anche chi sta peggio di noi: in Giappone ad esempio le giornate di ferie (considerando che il giapponese medio comunque lavora e studia anche anche nei week-end) non superano mai i trenta giorni in un anno. Niente pause natalizie, niente ponti, niente riposo nemmeno per gli studenti (che devono prepararsi per gli esami di ammissione obbligatori di anno in anno). Probabilmente è anche per questo motivo che nei manga la dimensione scolastica e lavorativa è una costante quasi obbligata, al punto di caricare di significati erotici le divise liceali o le pause pranzo. I manga shonen ai (che pure trattano di temi omoerotici rivolgendosi ad un pubblico femminile e – quindi – teoricamente propenso a contesti più romantici), non sfuggono a questa regola. Così non è raro imbattersi in shonen ai che si sviluppano prevalentemente nei luoghi di lavoro più disparati, fra i banchi di scuola o nelle pause lavorative. A quanto pare fantasticare di amori che nascono fra colleghi di studio o lavoro risulta particolarmente stimolante per le autrici (e le lettrici) di questo genere di fumetti, che riescono a costruire trame decisamente ben articolate anche partendo da contesti assai improbabili come sale di incisione, ditte farmaceutiche o pensionati studenteschi. È il caso dei manga che vengono recensiti qui di seguito, a beneficio di quanti non si rassegnano all’idea che l’amore non possa fare capolino anche nei momenti più inaspettati e nelle situazioni meno favorevoli:

VOCI di Youka Nitta
In Giappone i doppiatori, e in particolare quelli delle serie animate, sono popolari quanto i personaggi che interpretano (se non di più) e diventano dei veri e propri divi. Questo shonen ai (manga a tema gay per ragazze) è ambientato proprio nel mondo del doppiaggio, ed è incentrato su di un aspirante doppiatore di successo: il ventisettenne Wataru Yoichi. Finora Wataru non ha ricoperto ruoli importanti, ma ora potrebbe essere arrivato il suo momento, e fra un’audizione e l’altra inizia a fare amicizia con i colleghi che ammira di più. Le delusioni però non mancano e questo ambiente si dimostra spesso severo e spietato: in particolare Wataru rimane turbato dall’atteggiamento scontroso e contraddittorio del suo coetaneo Renji Kazama. Il rapporto fra Renji e Wataru alla fine prenderà una piega inaspettata, quando i due si conosceranno meglio e capiranno la vera natura del loro legame.

Continua in seconda pagina^d

OASIS PROJECT di Kazumi Ohya
Naoyuki è un ragazzo giapponese come tanti, se non fosse per il fatto che ha un particolare successo con le ragazze e questo finisce per metterlo regolarmente nei guai. Per questo i suoi genitori decidono di mandarlo a studiare in un liceo privato maschile di una città lontana, facendolo vivere in una stanza della pensione “Oasis” gestita da suo zio Akira. Naoyuki scopre presto che le “chiacchiere” che riguardavano la presunta omosessualità del suo simpatico e premuroso zio erano vere, ma che questo non costituisce un problema per lui. Gli altri due affittuari della pensione sono un poliziotto che si è da poco separato dalla moglie (e per il quale lo zio Akira ha un debole) e il riservato Yashiro, un ragazzo che frequenta il nuovo liceo di Naoyuki e che riuscirà ben presto a conquistare il suo cuore. L’autrice di questo fumetto non è specializzata in manga shonen ai, ma realizza comunque una lettura leggera e gradevole.

SEI UNA STELLA di Keiko Konno
Sado e Hirokawa lavorano nella stessa ditta farmaceutica, uno come ricercatore e l’altro come progettista. Non si sono mai frequentati molto in ufficio, dove Sado si dimostra un giovane scontroso e ha la fama di essere un vero playboy. Anche se Hirokawa frequenta una ragazza finisce per rimanere affascinato da Sado quando, casualmente, lo incontra mentre si esibisce come cantante di strada (che gli amici chiamano “Stella”) e scorge in lui la sua vera personalità. Nessuno dei due ha mai avuto esperienze gay, eppure non possono fare a meno di provare un’ intensa attrazione reciproca: iniziano a conoscersi, a frequentarsi e ad esplorare una nuova sessualità, finchè giorno per giorno si rendono conto che stanno costruendo una storia importante, che prevale su tutte le loro esperienze precedenti. Dalla stessa autrice di Che carino! un nuovo manga che esplora gli inaspettati percorsi dell’attrazione e dell’affettività, e sulla loro capacità di cambiare le persone.

Come in ogni shonen ai che si rispetti anche in questo caso i personaggi e le situazioni vengono trasfigurati/e ad uso e consumo delle fantasie del pubblico (prettamente femminile), che ama ritrovare le coppie caratterizzate da un ragazzo maschile e dominante (il seme) e dal suo compagno più sottomesso e femmineo (l’uke). Tra le altre cose, pur vivendo una storia d’amore gay nel loro ambiente di lavoro (con tutti i rischi che questo comporterebbe nella maschilista realtà giapponese), tutti questi personaggi sembrano non avere preoccupazioni che non siano legate ai loro sentimenti e al loro desiderio di conquistare l’oggetto della loro passione. Non è un mistero che le associazioni gay giapponesi non vedano troppo di buon occhio questo genere di pubblicazioni: troppo spesso danno un’immagine distorta, stereotipata ed eccessivamente serena della condizione GLBT in Giappone, col risultato di fare dimenticare che in questo paese i cittadini omosessuali semplicemente “non esistono” dal punto di vista legale e spesso vengono socialmente “repressi” non appena scelgono di vivere il loro orientamento sessuale alla luce del sole. D’altra parte se la mentalità giapponese inizia timidamente ad essere più tollerante verso certi argomenti il merito è anche dei manga che ne parlano e della loro influenza sulle giovani generazioni.

Cosa che si verifica anche da quando gli stessi manga vengono pubblicati nel nostro paese.

Abbiamo parlato di:

Titolo: “Voci”
Editore: Kappa Edizioni
Autore: Youka Nitta
Costo: € 9,50

Titolo: “Oasis Project”
Editore: Kappa Edizioni
Autore: Kazumi Ohya
Costo: € 8,50

Titolo: “Sei una stella”
Editore: Kappa Edizioni
Autore: Keiko Konno
Costo: € 8,50

Reperibili in fumetteria e nelle migliori librerie.

di Valeriano Elfodiluce

Guarda una storia
d'amore Viennese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...