DISEGNI PER UN ANNO

di

Calendari di illustratori di gay comics. Personaggi erotici e colmi di ironia. Una stampa di qualità, ottima per un regalo. Da Joe Phillips a Sekigushi, quattro suggerimenti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
11612 0

Parliamo di gay comics. A tutti gli appassionati del genere non potrà certo passare inosservata l’occasione offerta dall’inizio dell’anno, con la presentazione di una quantità di calendari realizzati dai migliori disegnatori di fumetto gay al mondo. Noi ve ne presentiamo quattro. Ecco i nomi: Joe Phillips, Fritz of Holland, Glen Hanson e Kinu Sekigushi.

Il primo è famoso per aver realizzato uno dei primi lungometraggi erotici d’animazione gay, The House of Morecock. Ma mica solo per quello: Joe Phillips (leggi l’intervista) rappresenta tutta una generazione di disegnatori che, pur impegnati in lavori con importanti editori ufficiali, non si vergognano affatto di perseguire anche una carriera dichiaratamente gay. I suoi ragazzi della porta accanto (oddio, magari avere dei vicini così…) sono diventati delle vere e proprie icone per i giovani gay americani ed europei. Nel suo calendario Boys will be boys 2005 Joe Phillips presenta dodici tavole di romanticismo, spensieratezza e colore.

Dall’America all’Europa. Fritz of Holland è un degno seguace dell’arte grafica di Tom of Finland: potete quindi immaginare il genere dei suoi disegni. Maschi muscolosi e vestiti con abiti ultra-attillati che mettono in evidenza curve proibitive e attributi vertiginosi. Tutto condito con grande umorismo ma anche tanto tanto eros.

Il calendario Fritz of Holland 2005 riunisce dodici tavole di provocanti pin-up che definire superdotati sarebbe riduttivo. Ma state tranquilli: nessuna scena di sesso esplicito verrà a turbare i vostri occhi. Il calendario raccoglie infatti disegni provocatori ma assolutamente casti.

Lo stesso si dica per i disegni di Glen Hanson, creatore dei Chelsea Boys e della fortunata serie Spy Groove. Con lo pseudonimo di G-Man, Hanson realizza da anni apprezzate cartoline erotiche gay, con uno stile antinaturalista, che predilige l’eccesso e l’abbondanza. I suoi disegni sono popolati da ragazzi nerboruti, dalla muscolatura finemente scolpita e lo sguardo conturbante. Nel calendario G-Man 2005 ne trovate dodici esemplari da collezione: una rassegna di erotismo per un anno carico di adrenalina.

Concludiamo la rassegna di calendari composti da disegnatori d’eccezione con Kinu Sekigushi. Nonostante il nome e lo stile, Sekigushi vive in Francia, a Parigi, dove ha cominciato la sua carriera nel mondo dei manga nel 1997. E’ stato riconosciuto come uno dei più grandi disegnatori di manga grazie alla pubblicazione di due serie di cartoline che hanno fatto il giro del mondo. Quei ragazzi atletici, sospesi in un’atmosfera da sogno, si sono nel corso del tempo trasformati in provocanti energumeni, che con ironia e sensualità riescono a turbare anche lo spettatore più preparato.

Il calendario di Kinu Sekigushi, Manga Boys 2005 ripercorre la storia del disegnatore: il suo tratto sensuale dona a questo calendario l’eleganza tipica del manga giapponese unita all’erotismo del nudo maschile.

Tutti i calendari sono in vendita su Cleptomania.it: clicca qui.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...