Fiori Arcobaleno, il mondo LGBTQI in una nuova collana editoriale

di

Una nuova collana che nasce con lo scopo di promuovere la cultura e la tutela dei diritti legati al mondo omosessuale.

CONDIVIDI
107 Condivisioni Facebook 107 Twitter Google WhatsApp
1440 0

Il Seme Bianco ha dato vita a una nuova collana che si propone di dar voce agli scrittori e alle scrittrici legati al mondo LGBTQI. Fiori Arcobaleno, il titolo.

Il progetto, ideato dall’editore Michele Caccamo e dal direttore editoriale Luisella
Pescatori, nasce con lo scopo di promuovere la cultura e la tutela dei diritti legati al mondo omosessuale, per combattere ogni forma di discriminazione. D’altronde la promozione e la diffusione di testi LGBTQI, che siano essi di narrativa o saggistica, sono il giusto deterrente al pregiudizio omofobico che porta a discriminare le persone sia per il loro orientamento sessuale che per l’identità di genere.

La diversità è fonte di stimolo e ricchezza nella nostra società e “ogni individuo ha il diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona” come sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. “Dare spazio a nuove voci, amori e storie di vita“, sottolinea la curatrice della collana Emanuela Dei, “permetterà la creazione di una società inclusiva basata sulla solidarietà e sul rispetto di ogni disuguaglianza“.

La Dei, giornalista e autrice, ha scelto come prima pubblicazione le più belle lettere d’amore scritte tra Virginia Woolf e Vita Sackville-West, Paul Veraline e Arthur Rimabau. “Parliamo d’amore, questo il titolo del carteggio, porta la testimonianza di come l’amore e una sfrenata passione siano l’unica fonte di sostentamento per un’anima creatrice, eternamente affascinata dalla ricerca della verità.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...