IL TEATRO DEL VILLAGE

di

Sbarca al Testaccio La Manica Tagliata, rassegna di teatro curata da Ennio Trinelli. Dal 17 al 19, tre spettacoli che parlano di amori gay, con sentimento e ironia.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
970 0

ROMA – Arriva al Gay Village di Roma la storica rassegna di teatro omosessuale La Manica Tagliata, diretta da Ennio Trinelli, per ospitare tre produzioni in anteprima romana i giorni 17, 18 e 19 luglio.

Si comincia con Home, la storia di un immigrato gay maghrebino, per proseguire con Buio come il cuore, il racconto di un corteggiamento serrato scritto dal venezuelano David Osario. Ad Usum Puellarum, concerto-spettacolo per attore solo, conclude la tre giorni teatrale.

Il 17 luglio va in scnea Home, scritto e diretto da Soufian El Khayat con Francesco Stella (foto) e Michelangelo Spinella. Leo e Soufian vivono insieme da molto tempo. La loro è la storia serena di una coppia che vive in armonia. Il successo del primo libro di Soufian – che viene da una famiglia di immigrati, ma è italiano a tutti gli effetti – farà però esplodere tutte le tensioni mai risolte tra Soufian e la sua famiglia d’origine poco disposta a sopportare la figura di un figlio che in Tv parla della sua omosessualità. I conflitti finiscono per mettere in crisi la relazione tra Leo e Soufian… Una storia in parte autobiografica di un giovane autore originario del Maghreb, ma residente in Italia, che nel suo primo lavoro teatrale mette l’accento su una aspetto delicato della vita di molti immigrati gay.

Venerdì 18 luglio è la volta di Buio come il cuore di David Osorio con Michelangelo Spinella e Vincenzo Corigliano, regia di Ennio Trinelli: una stanza in un seminterrato, vuota e rovinata dal fuoco. E’ notte. Leo è in un angolo della stanza. Finisce una sigaretta e sta per andar via quando sente dei passi al piano di sopra. Leo si nasconde dietro la scala, qualcuno comincia a scendere con passo titubante. Dopo qualche secondo Leo l’avvicina. È l’inizio di un crteggiamento serrato, di una guerriglia combattuta a tutto campo, di attacchi e difese che preludono a una conoscenza, a un’amicizia, forse a un amore… e forse a una nuova serie di battaglie, di corteggiamenti, di baci.

Conclude la rassegna, sabato 19 luglio, Ennio Trinelli in Ad usum puellarum (a uso delle fanciulle), concerto-spettacolo per attore solo in cui il protagonista racconta, come se si trattasse di eventi vissuti, storie in cui mette in piazza, prende in giro, ribalta la visione delle cose mondane, partendo dalla radice greca dei termini omosessuale e eterosessuale (omo significa “uguale”, mentre etero “differente”). La confusione creata dal mondo a rovescio che nasce dall’inverosimile “inversione” porta a momenti di esilaranti scambi di ruoli e di situazioni che rendono la vita quotidiana ancora più paradossale di quanto essa non sia in realtà.

La Manica Tagliata, rassegna di teatro e cinema e tematica gay & lesbica, nasce nel 1996 a Modena, già dall’anno successivo viene organizzata, oltre a Modena, anche a Forlì e a Parma. Nel corso delle sue otto edizioni La Manica Tagliata tocca le città di Modena, Reggio Emilia, Parma, Bologna, Forlì, Cesena, Genova e Siena.

La Manica Tagliata si inserisce all’interno di una serie di manifestazioni, produzioni ed eventi culturali che l’Associazione omonima organizza da anni sul territorio dell’Emilia Romagna e della Toscana e che ruotano attorno al tema dei Diritti Umani, partendo dal tema del rispetto delle differenze.

Leggi   Michela Andreozzi: "Non ho figli, non ne voglio e non mi sento in colpa!"

Gay Village nel Testaccio Village
“Ognuno ha i suoi gusti”
Roma – Area Ex Mattatoio – Via di Monte Testaccio
23 giugno – 31 agosto 2003 – dalle ore 19.00 alle ore 02.00
LA MANICA TAGLIATA – RASSEGNA DI TEATRO OMOSESSUALE
17, 18 e 19 luglio – ORE 21.30
da domenica a giovedì l’ingresso giornaliero è di 5 euro, mentre il venerdì e sabato è di 10 euro. La tessera da 20 euro vale per 7 ingressi consecutivi. Per alcuni concerti l’ingresso è di 10 euro.
Biglietti in prevendita su www.tkts.it

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...