La Karl Du Pigné diventa ‘modella’ con Queen

Prenderà vita dal 21 al 29 Novembre, allo Spaziodarte di Monteverde, Queen, prima personale della fotografa Fanny Coletta, pronta ad esplorare l’universo dei generi …

Foto rubate all’alba, una modella che si arrampica su scale di ferro, si getta in acque salmastre, si inonda di luce proveniente dall’alto in una chiesa abbandonata, che corre trasportata dal vento. Fermi immagine di dolore, consapevolezza ed orgoglio. Suggestioni e fascinazioni di un possibile modo di essere drag queen oltre gli stereotipi patinati, immagini forti ed evocative, colori ed atmosfere inquietanti nella loro dura e superba realtà.

Aprirà i battenti il prossimo 21 novembre, dalle ore 17 alle 22, Queen, prima personale della fotografa Fanny Coletta, pronta ad esplorare, attraverso 21 scatti, l’universo dei generi partendo dalla figura affascinante di una drag queen atipica, che si spoglia della parrucca in segno di sfida, utilizzando tagli sfrontati e primi piani intensi, per cogliere l’energia del momento emotivo, tra ingenuità, dolore e rabbia.

A fare da modella per questi magnetici ritratti è La Karl Du Pigné, una delle più celebri icone italiane della scena in drag. Nata come drag a Muccassassina, La Karl Du Pigné ha lavorato in tutta Italia, tra discoteche, ristoranti drag e pubs, senza schifare il mondo della tv e del cinema, lavorando con Tinto Brass, Carmine Amoroso e Leonardo Pieraccioni.

E’ stata l’artefice della prima scuola per drag queens, il Drag Queen College, nel 2004 ha ideato e prodotto il primo calendario drag italiano, il Drag Queen College Movie Stars, oltre ad organizzare ogni anno il SanremoDrag, Miss Drag Queen College e, nei locali romani che ospitano le sue serate, un appuntamento settimanale per dilettanti drag allo sbaraglio dal titolo “La Corrada”.

Ti suggeriamo anche  Graham Martin: il fotografo artista di Men Art

Da sabato, ore 19/22, La Karl Du Pigné diventerà anche modella grazie a questa personale fotografica. Queen, dal 21 al 29 Novembre allo Spaziodarte, in Via di Monteverde 57 A – Roma – Tel: 06 58230731. Ingresso Gratuito.

di Federico Boni