Mogli, amanti, madri lesbiche

di

Sentimenti, sesso, convivenza, maternità, quali sono le nuove sfide della coppia lesbica o gay? Ce ne parla la psicoterapeuta Antonella Montano, a Milano per presentare il suo nuovo...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3066 0

Milano – La dottoressa Antonella Montano, antropologa e psicoterapeuta, sarà a Milano per presentare il suo nuovo libro: Mogli, amanti, madri lesbiche – Sentimenti, sesso, convivenza, maternità, le nuove sfide della coppia (Mursia ed.), venerdì 6 novembre alle ore 18 presso la libreria Mursia, in via Galvani, 24. All’incontro interverrà anche Luisa Bordiga di Arcilesbica. La signora Montano è nata ad Ancona e vive a Roma con suo marito. Esercita la professione di psicoterapeuta, è docente presso l’Istituto Skinner e tiene corsi di training autogeno. È autrice di numerose pubblicazioni nel campo dell’educazione alla salute. Si è avvicinata al mondo omosessuale già da tempo: “Ho iniziato ad interessarmi alle donne che amano altre donne anni fa – spiega – quando ho cominciato ad avere delle pazienti omosessuali. L’attenzione per i loro problemi è cresciuta in me, oltre che per un motivo di carattere umano, anche dal punto di vista professionale”.

“Una decina di anni fa scrissi il mio primo libro, …E la notte non rimasero divise, in seguito all’incontro con una mia paziente di 52 anni – spiega la Montano – venuta in cura per una depressione insorta dopo che aveva deciso di lasciare la sua compagna, ormai insoddisfatta della loro unione. Da un giorno all’altro era precipitata in un profondo isolamento. Chiedeva: Come posso fare per conoscere altre lesbiche? Aveva toccato da subito uno dei problemi più scottanti: la quasi completa invisibilità di questo mondo. Stimolata dall’impegno particolare richiesto dalla terapia, e dietro i consigli di una psicoterapeuta americana, decisi di approfondire le mie conoscenze cercando di penetrare nel "territorio" in cui le donne omosessuali vivono, si innamorano, intraprendono e rompono relazioni sentimentali. Ho incontrato donne lesbiche tramite amici, in club o nei bar da loro frequentati, a Roma, Milano, in giro per l’Italia e all’estero. Ho partecipato a raduni e convegni nazionali. Per alcuni anni le mie uscite serali sono state orientate quasi esclusivamente verso i loro ambienti. Alcune volte lasciavo mio marito e gli amici nel bel mezzo di una cena per correre a qualche appuntamento”.

“In questo nuovo libro ho ripreso l’argomento – prosegue la dottoressa – raccontando le storie di altre amiche lesbiche. Da qui tutta una serie di riflessioni sul sesso, la maternità, la famiglia e i figli e la politica che non ha fatto niente. Per un approccio con un paziente omosessuale bisogna conoscere molto bene, dal di dentro, certe dinamiche dei disagi che l’omofobia interiorizzata può produrre. Questo tema è approfondito anche nel mio testo più tecnico Psicoterapia con clienti omosessuali”.

L’omofobia è qualcosa che si interiorizza: “ I messaggi negativi dati dalle maggiori istituzioni della società: famiglia, Chiesa, politica, mass media ecc. – spiega la Montano – nel momento delicato dell’identificazione con il proprio orientamento, a livello emotivo colpiscono molto duramente se sei omosessuale : ti fanno interiorizzare che essere gay è sbagliato, che il tuo amore è di serie B, che sei diverso ecc.. Un gay o una lesbica sono solo persone che amano individui del proprio sesso, con gli stessi sentimenti e alchimie dell’amore eterosessuale. Le nuove sfide della coppia, di tutti e tre gli orientamenti, sono quelle di cercare un modo diverso per trovare stabilità e star bene insieme”. Molte delle riflessioni contenute nel libro e che saranno affrontate nell’incontro di venerdì saranno quindi utili non soltanto per le lesbiche.

Leggi   Milano, vittoria per la coppia gay: tribunale ordina la trascrizione dell'atto di nascita

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...