PERCHÉ DIO CI HA FATTI GAY?

di

Umorismo e provocazione. Alessandro Fullin è a Bari nell'ambito delle iniziative del Pride con una divertente riflessione sulle "lampanti follie" usate per spiegare il comportamento di gay e...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1310 0

BARI – “Perché Dio cacciò gli omosessuali dal paradiso terrestre quando sapeva benissimo che adoravano il giardinaggio?”. A questa e a tante altre bizzarre domande e’ dedicata la conferenza-show del grande interprete della scena cabarettistica gay nazionale Alessandro Fullin, intitolata “L’inversione sessuale: quale futuro?”, in programma alla Casa dei Doganieri di Mola domenica 27 aprile, nell’ambito della rassegna “I Teatri del BariPride2003”.
(Tra)vestito da esperta sessuologa, Fullin renderà omaggio con arguzia e ironia alle teorie psicanalitiche del ‘900 dedicate allo studio dell’omosessualità maschile e femminile. Basata sulla ricerca di testi autentici, editi in Italia dagli anni ’50 ai ’70, la conferenza e’ una divertente riflessione sulle “lampanti follie” che studiosi di ogni parte del mondo elaborarono per spiegare il comportamento di gay e lesbiche. Classificati come canarini, studiati come dinosauri, osservati come rarità botaniche, gli omosessuali rappresentarono per la scienza indifesi quanto esotici topolini bianchi da laboratorio. Una realtà su cui solo oggi forse ci è consentito sorridere.
Alessandro Fullin è nato a Trieste nel ’64 e vive a Bologna. Negli ultimi tempi il suo modo originale di fare spettacolo lo ha portato ad entrare a far parte della scuola dei comici dello Zelig di Milano, dove ogni sua esibizione registra il tutto esaurito. La sua verve gli permette di stravolgere i canoni classici della comicità gay, senza scenografie, con costumi essenziali, un trucco minimale e parrucche calate di sbieco sulla testa.
BARIPRIDE2003
^SALESSANDRO FULLIN^s
L’INVERSIONE SESSUALE:QUALE FUTURO?
TEATRO CASA DEI DOGANIERI – MOLA DI BARI
DOMENICA 27 APRILE 2003 – ORE 21,00

Leggi   Queer Pride a New Delhi in onore della Corte Suprema
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...