4 consigli di lettura LGBT per l’inverno

di

Da Genet a Savage: alla scoperta di 4 fantastici libri

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4347 0

L’inverno, quello vero, è arrivato! Il freddo è pungente e uscire di casa è diventata quasi una tortura. Soprattutto in settimana, l’ideale è restare in casa al caldo davanti a un buon film in compagnia di amici o, per i più fortunati, del proprio amato.

Questo periodo è anche l’ideale per immergersi nella lettura e per scoprire le grandi storie d’amore e i grandi temi dei classici e delle nuove uscite dell’editoria targata LGBT.

Di seguito i libri che vi consigliamo di leggere e che, non abbiamo dubbi, vi terranno al caldo e in piacevole compagnia:

Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar

Pubblicato nel 1951, è sicuramente uno dei romanzi più amati della letteratura francese del novecento. L’opera è una biografia, narrata in prima persona, dell’imperatore romano Adriano, vissuto nel II secolo.

Il filo conduttore dell’opera è l’immenso amore e la passione dell’imperatore nei confronti del giovanissimo Antinoo. Adriano lo divinizzò dopo la morte prematura per regalare al suo nome l’immortalità. Alla passione dei due amanti fa da sfondo la Roma imperiale nel passaggio dal tempo degli dei al Cristianesimo. Il senso di caduta, di cambiamento e di passaggio di civiltà si fa tutt’uno con l’amore fragile di Antinoo e Adriano, un amore eterno, difficile e che ha resistito a duemila anni di storia.

L’amore rende liberi di Dan Savage

L’amatissimo scrittore, giornalista e attivista Dan Savage torna con un saggio sull’amore e il sesso, scritto senza censure e con la volontà di sottolineare la libertà sessuale di ogni individuo.

L’opera è una vera e propria enciclopedia che affronta con uno sguardo moderno e contemporaneo i temi del matrimonio, dell’amore, del sesso, dell’omosessualità.

La voce di Savage mette il lettore di fronte alla propria libertà e alla propria idea di rapporto, con un’ironia acuta e dosata.

Leggi qui la nostra intervista esclusiva all’autore

L’uragano ha il tuo nome di Jaime Bayly

Un piccolo gioiello di Sellerio Editore, conosciuto da pochi. L’autore peruviano è una delle voci più interessanti della letteratura sudamericana e in questo romanzo affronta la difficoltà dell’accettazione dell’omosessualità attraverso la vita di un divo della televisione, Gabriel, diviso tra l’affetto per la sua compagna e l’amore per il suo amante Sebastián.

Un romanzo di formazione e di auto accettazione, un romanzo sulla necessità di affermare sé stessi e il proprio modo di essere nella vita sessuale come in quella lavorativa, familiare e sentimentale. Una scrittura passionale e concreta ci accompagna nella vita del protagonista, nei suoi dubbi e nei suoi sentimenti: un labirinto di contraddizioni che cattura il lettore fino all’ultima pagina.

Querelle de Brest di Jean Genet

Chi non l’ha mai letto deve correre ai ripari! Parliamo del romanzo da cui è stato tratto l’indimenticabile e omonimo film di Fassbinder.

La storia è ambientata in Bretagna, nella città portuale di Brest dove si intrecciano storie di amori e sangue di marinai tra i quali spicca il bellissimo e sensuale Querelle. La scrittura è a metà tra il lirico e l’erotico e crea un’atmosfera carica di sessualità. Impossibile non amare Querelle e non desiderarlo pagina dopo pagina. Un romanzo che tocca le corde dei nostri sogni erotici più nascosti e dove la seduzione attraversa le azioni e le parole di ogni personaggio. Senza dubbio il romanzo che ha consacrato la figura del marinaio nell’immaginario gay.

Leggi   James Trevino: muscoli, libri e creatività su Instagram

Non resta che scegliere il vostro e se mancano tutte queste opere sui vostri scaffali è il momento giusto per riparare! Perché non dimentichiamo che molte volte la cosa migliore da portarsi a letto è un buon libro!

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...