Quei supereroi del cinema che strizzano l’occhio ai gay

di

Sempre più frequenti, nei film dedicati ai supereroi dei fumetti, il tentativo, più o meno palese, di attirare un pubblico gay. Corpi perfetti e tute super attillate ce...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4892 0

Nelle sale italiane sta arrivando il film dedicato al mitico "Thor", che probabilmente non mancherà di attirare una buona dose di pubblico gay, visto che i panni del dio del tuono saranno indossati da quel gran bel figliolo di Chris Hemsworth che non mancherà nemmeno di esibirsi nella classica scena ‘shirtless’, che ormai non può mancare in ogni superhero movie degno di questo nome. Sul fatto che i film supereroistici di ultima generazione puntino molto sul sex appeal maschile ci sono pochi dubbi, così come è indubbio che stiano riservando una crescente attenzione al pubbico omosessuale.

Questo trend verrà ulteriormente confermato dall’imminente "Captain America", che oltre a mostrare un Chris Evans in stato di grazia (i suoi pettorali hanno già fatto il giro di internet), strizzerà decisamente l’occhio al mondo gay, a partire dal cast. Infatti nel ruolo del suo avversario, il nazista Teschio Rosso, ci sarà l’inossidabile Hugo Veawing, quello di "Priscilla" e de "Il Signore degli Anelli", nei panni di Bucky, storica spalla di Capitan America, ci sarà Sebastian Stan che ha avuto un ruolo gay nel serial americano "The Kings", mentre lo scienziato che darà i poteri al nostro eroe sarà nientemeno che Stanley Tucci, lo stilista gay de Il diavolo veste Prada.

Difficile pensare che si tratti solo di una serie di coincidenze. Comunque, per quanti non ne avranno abbastanza, segnaliamo che sono appena iniziate le riprese del film "The Avengers", che come il fumetto Marvel a cui si ispira raccoglierà in un’unica super squadra Iron Man, Capitan America, Thor e Hulk. E, a proposito di Hulk, forse vale la pena segnalare che Mark Ruffalo (il nuovo Dr. Banner/Hulk), ha appena rilasciato un’intervista al magazine gay "The Advocate" in cui ha precisato che la produzione di "The Avengers" non gli ha chiesto di depilarsi. Questo significa che, poichè negli ultimi film di Hulk il gigante verde è stato costruito virtualmente partendo dalla fisionomia di chi interpretava il Dr. Banner, è altamente probabile che questo nuovo Hulk possa avere un petto più villoso dei precedenti. Gli amanti del genere sono avvisati.

In ogni caso chi ama i pettorali in bella vista quest’anno potrà rifarsi gli occhi anche con il nuovo film dedicato a "Conan il barbaro", che verrà interpretato dall’ex bagnino di "Baywatch" Jason Momoa, che da solo vale il prezzo del biglietto. Se invece siete feticisti delle classiche tutine da supereroe, in attesa del nuovo "Spider Man" interpretato dal giovane Andrew Garfield, presto potrete consolarvi con il prequel "X-Men: First Class" (in cui gli X-Men indosseranno le classiche tutine gialle e nere dei loro primissimi fumetti), ma soprattutto con "Green Lantern" il supereroe spaziale della DC Comics che è interpretato da Ryan Raynolds, nominato ‘uomo più sexy vivente’ dalla rivista People per tre anni di fila.

Per l’occasione, e per valorizzare le sue doti naturali, Ryan Raynolds indosserà una tuta interamente virtuale che si presenta come una seconda pelle, tant’è che anche le dita dei piedi saranno in bella vista! E così anche i fetiscisti dei piedi saranno accontentati, peccato solo che nella zona inguinale la tuta virtuale abbia dovuto cedere alle esigenze della censura. Nel frattempo i produttori hanno iniziato a riscoprire anche "Wonder Woman", che di fatto non ha mai smesso di essere un’icona gay e lesbica nonostante sia assente dagli schermi. Così, in attesa di un eventuale film per il cinema, sono partite le riprese per un nuovo serial televisivo, intepretato da Adrianne Palicki, che indosserà un costume notevolmente aggiornato e che avrà il non facile compito di raccogliere l’eredità di Lynda Carter (la Wonder Woman del serial anni ’70). Intanto è stato deciso anche il nome dell’attore che interpreterà il prossimo film di "Superman": si tratta dell’affascinante Henry Cavill, già protagonista del serial TV de "I Tudor", e che quest’anno potremo vedere anche nel ruolo di Teseo nel film mitologico "Immortals" e che sicuramente non mancherà di fare strage di cuori e neanche di mostrarsi in tutto il suo virile splendore, con grande gioia del pubblico gay. E, visto il successo che stanno riscuotendo i film di supereroi negli ultimi anni, questo è solo l’inizio.

di Valeriano Elfodiluce

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...