TRE LIBRI PER CIASCUN GUSTO

di

La Zoe pubblica sette sconvolgenti racconti erotici per sole donne. Alessandro Savona esordisce nel romanzo con la storia di un etero convertito. E Montana canta versi sui miti...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1950 0

Il libro “lesbico”
AA.VV.
Accendimi di desiderio
€ 9,30, 120 p.
Edizioni Zoe
E’ un intrigante libro erotico lesbico questo che le edizioni Zoe propongono alle loro lettrici: scene di sesso tra donne raccontate con sapiente equilibrio, ma anche molta lussuria. Ed è bello notare che le sei autrici di questi sette racconti sono abili nel coniugare letterariamente le gioie del sesso con altri piaceri. In Le tue labbra rosse di ketchup Alice e Valeria sono contese tra l’incontro dei corpi e l’amore per il cibo, le tre amiche di Strip-poker uniscono alla consuetudine del gioco la conquista di una nuova preda, la protagonista di La moglie scopre con la ex del suo amante che l’amore saffico è più irresistibile e appagante. Conquistano con la loro simpatia, infine, Cettina e Adelaide che, nel racconto Due in fuga, si liberano delle angustie dell’ambiente di provincia in cui vivono e scoprono la libertà di essere lesbiche in un avventuroso viaggio a Londra.

Il libro “gay”
Alessandro Savona
Corpi contro
€ 9,50, 143 p.
Edizioni Zoe
Copri contro è lo strano romanzo con cui Alessandro Savona, 37enne palermitano architetto e teatrante, esordisce nella letteratura. L’eros è al centro della vicenda: il protagonista, infatti, conduce la scoperta di se stesso attraverso l’esplorazione delle sensazioni regalate dai corpi. Tuttavia la scrittura non si sofferma mai troppo sui dettagli del sesso. Il libro racconta di un uomo che, reduce dal fallimento del suo matrimonio, scopre – o ritrova – il piacere del sesso con gli uomini. La narrazione si alterna tra la descrizione degli incontri omosessuali, soprattutto quelli con Claudio, il giovane artista con cui stabilisce la sua prima relazione, e i ricordi dei momenti salienti della sua vita matrimoniale. La lettura è tuttavia resa un po’ faticosa dall’affastellarsi di riflessioni e dal sovrapporsi dei piani temporali: il tono usato dall’autore è monocorde e cupo, pur riuscendo ad introdurre il lettore nel complicato intrico dei turbamenti del protagonista.

Il libro “di poesie”
Piero Montana
Omocaust
€ 12,50, 44 p.
Editore Eugenio Maria Falcone
Il Comune di Bagheria, alle porte di Palermo, è l’unico in Italia a prevedere la figura del Consulente del Sindaco per la realtà omosessuale. E nessuno avrebbe potuto ricoprire questo incarico meglio di Piero Montana, colui che nel 1976 fondò il FUORI di Palermo, prima associazione politica degli omosessuali in Sicilia, e che da anni promuove iniziative provocatorie e originali nel suo Centro d’arte e cultura gay. Omocaust raccoglie tre lunghe composizioni poetiche di Montana: la prima è dedicata alle vittime omosessuali dei lager nazisti, la seconda alla memoria di Alfredo Ormando, il poeta gay nisseno che si dette fuoco in piazza San Pietro il 13 gennaio del 1998, e la terza infine è un canto di dolore per la morte di Pier Paolo Pasolini. Dalla lettura emerge la profonda dedizione dell’autore alla “causa gay” e la sua diretta partecipazione alle vicende che ne segnano la storia. Non sempre questi contenuti tuttavia riescono a far dimenticare una forma poetica un po’ dura, con versi frantumati e costruzioni prosaiche.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...