Tutto esaurito per Roberto Bolle a La Scala

È gay o non è gay? Di sicuro è il più grande danzatore italiano e nei prossimi giorni è possibile ammirarlo danzare in Giselle. Le date sono sold out, ma qualche biglietto ancora si trova

Milano – Ecco che torniamo nuovamente a occuparci di una delle più grandi etoile della danza classica, fiore all’occhiello, nonché ambasciatore, della cultura italiana nel mondo. Stavolta non tanto in merito alle sue abitudini sessuali, quanto per la possibilità di vederlo danzare  in uno dei templi della musica e della danza: la un’intervista rilasciata al Corriere della sera. Se sia gay o no quindi non lo sappiamo, al massimo possiamo presumerlo. Quello che non possiamo mettere in dubbio è la sua grandezza di artista. Con la sua bravura  – e la sua bellezza – ha avvicinato alla danza classica moltissime persone ed è riuscito a portare il balletto classico anche fuori dalle mura dei teatri più prestigiosi, nelle piazze di fronte alla gente comune.

Bolle è così apprezzato da essere considerato quasi una rockstar, e come tale ne subisce la morbosa curiosità della masse. Non è un caso che, alla stregua di un tronista o di un vip televisivo, finisca paparazzato (in compagnia di un maschietto obviously) sulle riviste di gossip (vedi foto) o che venga utilizzato come modello per servizi di moda. Per questo le date del balletto Giselle in cartellone a la Scala che prevedono la sua presenza (3, 5, 6 e 8 novembre) sono sold out già da tempo. Con la sua immortale storia d’amore, tradimento e redenzione, Giselle (insieme al Lago dei cigni) è lo spettacolo sulle punte più noto e più rappresentato nel mondo che, oltre un secolo e mezzo dopo la sua prima rappresentazione,continua ad affascinare il pubblico. Motivo questo che, insieme alla presenza dell’etoile, ha fatto sì che i biglietti siano letteralmente andati a ruba. Ma non scoraggiatevi e non arrendetevi. Se volete a tutti costi ammirare Bolle e nel teatro più prestigioso di Milano, dove lo stesso ballerino ha studiato e debuttato molti anni orsono, potete recarvi alla biglietteria nei giorni della rappresentazione e sperare nella disponibilità dei biglietti last minute, dovuti talvolta alla defezione di alcune prenotazioni. Altrimenti provate nei siti di annunci online, spesso si trovano in vendita i biglietti di alcuni possessori che sono in impossibilitati ad andare.

Ti suggeriamo anche  Nuovo riconoscimento a Milano: ancora una volta è intervenuto il giudice