Vignettista australiano paragona i gay ai nazisti

L’immagine, da molti ritenuta offensiva, è opera del vignettista Bill Leak.

Un vignettista australiano in queste ore sta scatenando un mare di polemiche paragonando i gay ai nazisti. La vignetta, comparsa sul The Australian di Rupert Murdoch, raffigura gli attivisti gay come delle truppe naziste vestite con l’uniforme arcobaleno.

L’immagine, da molti ritenuta offensiva, è opera del vignettista Bill Leak, e si intitola ‘Waffen – SSM’, quindi con un riferimento diretto alle truppe del partito nazista di Hitler.

La vignetta nasce dal fatto che l’Australia è divisa sull’introduzione del matrimonio omosessuale, e l’autore evidentemente voleva ironizzare sull’aggressività delle associazioni LGBT. Le reazioni sui social alla vignetta non sono state affatto positive. Ma forse la miglior risposta è arrivata da un altro vignettista, David Pope, del quotidiano Canberra Times, il quale ha dato a Leak una lezione mostrando alcuni lavori di Richard Grune, un talentuoso disegnatore gay della Bauhaus School di Weimar, deportato nei campi di concentramento.

 

 

Ti suggeriamo anche  Australia, il nuovo vice-premier chiede scusa per l'omofobia del passato: 'Officerò un matrimonio gay'