L’Irlanda ha approvato il matrimonio egualitario. L’autrice di Harry Potter festeggia così

L’Irlanda ha approvato il matrimonio egualitario e J.K. Rowling, da sempre schierata a sostegno della comunità lgbt, ha accolto con gioia la notizia con numerosi tweet sul suo profilo ufficiale.

“Sono seduta qui a guardare l’Irlanda fare la storia. Straordinario e bellissimo” twitta la penna della saga di Harry Potter.
Non si tira indietro quando si tratta di rispondere ad un ragazzo che dichiara di essere stato vittima di bullismo: “L’arco dell’universo morale è lungo, ma tende verso la giustizia” scrive la Rowling citando una frase (impropriamente attribuita a Martin Luther King) di Theodore Parker.

Ma il tweet più divertente è sicuramente la risposta ad un utente che aveva così scritto: “Sono orgoglioso di vedere tutta questa apertura e accettazione, finalmente! Spero che Silente e tutte le streghe e i maghi si sentano a casa qui”.
Rowling ha quindi ribattuto: “Se Silente e Gandalf fossero gay, ora potrebbero sposarsi in Irlanda“.

J.K. Rowling: 1/5 J.K. Rowling: "Ora Silente e Gandalf possono sposarsi in Irlanda"
Foto 1 - L'Irlanda ha approvato il matrimonio egualitario. L'autrice di Harry Potter festeggia così
J.K. Rowling: 2/5 J.K. Rowling: "Ora Silente e Gandalf possono sposarsi in Irlanda"
Foto 2 - L'Irlanda ha approvato il matrimonio egualitario. L'autrice di Harry Potter festeggia così
J.K. Rowling: 3/5 J.K. Rowling: "Ora Silente e Gandalf possono sposarsi in Irlanda"
Foto 3 - L'Irlanda ha approvato il matrimonio egualitario. L'autrice di Harry Potter festeggia così
Gay a Hogwarts: sarebbe un posto accogliente? Rowling risponde così 4/5 Gay a Hogwarts: sarebbe un posto accogliente? Rowling risponde così
Foto 4 - La risposta della scrittrice è favolosa: "Se Harry Potter ci ha insegnato qualcosa...".
Gay a Hogwarts: sarebbe un posto accogliente? Rowling risponde così 5/5 Gay a Hogwarts: sarebbe un posto accogliente? Rowling risponde così
Foto 2 - La risposta della scrittrice è favolosa: "Se Harry Potter ci ha insegnato qualcosa...".