11 cose azzardate da fare oggi che è Ferragosto

Le inchieste di Cristina Bugatty, l’amarcord di Ambra Angiolini, la miglior scrittrice italiana vivente, il porno attore intellettuale, Mario Mieli, la meravigliosa voce di Sia e altre idee.

#1

Riascoltare per intero il primo album di Ambra, ora pure in vinile. Provare a ricordarsi i testi e la coreografia. Margheritando il cuore, quinto piano in ascensore, giura! Saudade garantita.

tappartengo

#2

Fare un dolce freddo da portare al fidanzato o all’amica cessa. Tipo una cheesecake all’avocado, pe’ cambià n’attimo.

avocado_lime_coconut_cheesecake_nadia_lim2

Di ricette in rete se ne trovano fin troppe. Per esempio eccone una >>> RICETTA

#3

Darsi alle nail art: farsi un bel decoro sulle unghie tipo con questo a tema rainbow. Poi stasera ci si esce!

#4

Guardarsi un bel film con Dale Cooper (che dopo l’articolo di ieri abbiamo capito che vi piace pure a voi). Magari in coppia con Tim Kruger o Colby Keller. Non vi mettiamo il link, sappiamo che siete bravissimi anche da soli.

70432

#5

Leggere un romanzo di Rosa Matteucci, una delle più brave scrittrici italiane viventi. Se le librerie son chiuse lo potete scaricate in formato ebook >>> L’ultimo è Costellazione familiare ma meritano tutti.

Rosa Matteucci, Costellazione familiare

#6

Guardare questo memorabile reportage di Cristina Bugatty sulle operatrici sessuali trans di Milano.

#7

Guardare su Youtube in loop i video di Kissy Teramo o di Sarah Kennedy. Sarete infestati dai loro tormentoni. Centodiciottooo!

#8

Provare a riscrivere con un testo gay friendly Andiamo a comandare di Fabio Rovazzi, il pezzo virale guiness dei primati che ha scalato le classifiche pur essendo uscito solo in streaming.

#9

Rendersi conto che Sia è la miglior cantante degli ultimi 10 anni almeno. E che aveva una carriera anche prima di fare il botto con Titanium e Chandelier, sfornando pezzi meravigliosi tipo questo:

E che ha un passato tosto, come racconta a un certo punto qua.

#10

Recuperare un libro controverso ma fondamentale per la questione omosessuale. L’autore è Mario Mieli, figura di culto per il movimento LGBT italiano e non solo.

mieli

Tra l’altro il libro è fuori catalogo, ma lo potete recuperare anche online, tipo qua, dove trovate il pdf.

#11

Se come il sottoscritto non siete partite, potreste andare a farvi dei gran selfie nelle strade deserte della città. Oppure un video, cantando: